Mezzodì (Guglia del) e Punta della Mulattiera da Pian del Colle, giro per il Col des Acles

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: primaverile

neve (parte inferiore gita) :: umida

quota neve m :: 1400

attrezzatura :: scialpinistica

Con le condizioni attuali di innevamento, scegliamo questo percorso che consente di salire da versanti nord, quindi partenza sci ai piedi a quote basse, e di scendere su versanti sud, quindi con neve trasformata. Partiamo da Pian del Colle e seguiamo il tracciato nel sentiero estivo. Sul lungo traverso, a tratti un pò esposto, per portarsi nel vallone che adduce al Pas des Rousses troviamo neve dura e per sicurezza ricorriamo ai coltelli. Raggiunto il vallone vediamo un gruppo molto numeroso di persone che sta risalendo la parte alta del canalone che adduce al Pas des Rousses: li raggiungiamo e beneficiamo dell'ottima traccia di salita già fatta dalla scuola di sci alpinismo Rocciavrè di Coazze (che ringrazio). Gli ultimi metri di salita alla Guglia del Mezzodì dopo il Pas des Rousses presentano tratti particolarmente ghiacciati, quindi saliamo con i coltelli. L'ultimo breve tratto sino alla vetta della Guglia del Mezzodì sono da fare a piedi su facili roccette anche per mancanza di neve. La discesa nel canalone che scende sul versante sud della Guglia del Mezzodì, dopo i primi metri di neve dura, è su splendida neve trasformata, e regala curve entusiasmanti. Purtroppo le alte temperature di questo inverno atipico si fanno sentire, e gli ultimi 20 metri lineari per raggiungere il sentieri estivo che da Plampinet risale al Col des Acles dobbiamo farli sci in spalla per mancanza di neve. Raggiunto il sentiero "ripelliamo" e seguiamo il sentiero estivo, per quanto possibile a causa della mancanza di neve in alcuni tratti, nei quali tagliamo per il bosco alla ricerca della neve. Una volta fuori dal bosco iniziamo a dirigerci verso destra per guadagnare le casermette sul fianco della Punta Charrà. A questo punto cominciamo a traversare sotto le pendici della Charrà e puntiamo il Passo della Mulattiera e la Punta della Mulattiera. Raggiunta la Punta della Mulattiera scegliamo di scendere per i pendii maggiormente esposti al sole poichè quelli esposti a nord hanno neve particolarmente dura dopo il forte vento che ha imperversato nelle scorse settimane. Troviamo un leggera crosta non portante piacevolmente sciabile che con belle curve ci accompagna fino alla partenza dello ski-lift del Vallon Cros. Da questo punto decidiamo di seguire le piste di Bardonecchia e di scendere fino a Melezet, rinunciando ai pendii inferiori in fuori pista, di cui ignoriamo le condizioni in questo inverno povero di neve
Gita bellissima in ambiente splendido, a mio parere uno dei più belli della conca di Bardonecchia. In compagnia del socio Paolo che ringrazio per l'idea e per avermi accompagnato in questo giro, concepito lo scorso anno ma non portato a termine sino alla Punta Mulattiera. A mio parere una delle più belle "boucle" sci-alpinistiche sulle mie montagne di casa

Gita caricata il 07/03/19

Le foto

Verso la fine del primo lungo traverso
Srous e Thabor in fondo alla Valle Stretta
Salendo verso il Pas Des Rousses
Il canalone si salita dall'uscita al Pas Des Rousses
Panorama dalla Guglia del Mezzodì
Sentiero che sale al Col des Acles
Guglia del Mezzodì - vista risalendo verso il Col des Acles
Guglia del Mezzodì - vista dai pendii sottostanti la Punta Charrà
Punta Charrà
La Guglia del Mezzodì dal Passo della Mulattiera
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Varie
quota partenza (m): 1450
quota vetta/quota massima (m): 2621
dislivello totale (m): 1700