Bertrand (Monte) da Upega

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: altro

neve (parte inferiore gita) :: altro

note su accesso stradale :: comodo parcheggio a Upega

quota neve m :: 1000

attrezzatura :: scialpinistica

Partenza sci ai piedi dall'auto, parcheggiata nel tornante presso la cappella della Madonna della Neve. Buon innevamento su tutto il percorso, tranne 5 mt asciutti salendo lungo il sentiero estivo. Sole cocente ma brezza fresca (-3°C alla partenza alle 8.30), quindi la neve ha mollato ma non troppo. Nessun problema per la salita fino al colletto sotto la cima; di qui un lungo traverso sul ripido pendio a destra, con numerose placche ventate o di neve ghiacciata vecchia (coltelli indispensabili). Dalla cima siamo scesi per un tratto sul versante francese, su neve primaverile ottima, poi, dopo una beve risalita, abbiamo raggiunto la cresta nel punto dove si può imboccare il ripido pendio lato Upega che dà sulla conca sottostante. Dopo un traverso un po' delicato, la discesa su una ripida striscia di neve compatta e liscia fino alla conca. Da lì abbiamo trovato neve variabile da farina a pressata, ma mai crostosa, ben sciabile. Dalle Case Cacciatori in giù sopravvivenza, con neve irregolare, a tratti crosta dura, poi umida, poco sciabile, comunque si scende fino in fondo sci ai piedi.
La valle Tanaro, in questo inverno di magra, è un'oasi per lo scialpinismo: l'innevamento è tutto sommato buono e permette diversi itinerari. Questo percorso passa in boschi di larici radi, molto belli, e fino al colletto sotto la punta non presenta particolari difficoltà, ed è sicuro anche con innevamento abbondante. Posto bellissimo la radura e le Case Cacciatori, dove oggi abbiamo misurato più di 60 cm di neve assestata. Al mattino colazione alla Vineria della Posta di Ormea (torte sempre speciali) ed al ritorno panachè al sole del dehor della Locanda di Upega, sempre molto frequentata da sciatori, ciaspolari e turisti. Con Gino e Roberto. Solo 2 altri scialpinisti incontrati sulla cima.

Gita caricata il 17/02/19

Le foto

salendo nel bosco
l'innevamento sul versante Sud zona Marguareis
il pendio finale
panorama verso il Missun ed il mare
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1297
quota vetta/quota massima (m): 2481
dislivello totale (m): 1184