Ponsonnière (Col de la) quota 2717 m da le Pont de l'Alpe

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta

neve (parte inferiore gita) :: crosta portante

note su accesso stradale :: strada pulita

quota neve m :: 1700

attrezzatura :: scialpinistica

Prima gita sociale CAI Pianezza del 2019 con 23 partecipanti. Partenza alle 9,15 da Pont de l’Alp con -8°; dal parcheggio la situazione pare veramente scoraggiante, ma basta crederci. Si parte sci ai piedi sulla stradina innevata e si può tagliare anche qualche tornante sui prati, poi si tolgono gli sci per un brevissimo tratto scoperto (circa 100 metri lineari) e c’è qualche tratto ghiacciato. Poca neve e dura fino al ripiano sopra l’Alpe de Lauzet, poi dove il vallone piega a sinistra la sorpresa….15-20 cm di farina fredda e leggera su fondo del vallone e nei pendii riparati dal vento. Nella parte alta il vallone si apre a ventaglio e, non essendoci mai stati, c’è stata qualche indecisione nella scelta dell’itinerario e abbiamo perso un po’ di tempo, così si è fatto tardi e ci siamo fermati a quota 2.650 m circa.
Discesa iniziata alle 13,30. Stando il più possibile nelle zone riparate da vento e sole farina spettacolare e pendii tutti da tracciare…un vero spettacolo anche perché credo che nessuno se lo sarebbe aspettato!!! Nella parte bassa neve dura ma portante e abbastanza liscia, quindi sciabile anche se non bellissima. Solito tratto a piedi anche al ritorno e quindi con qualche attenzione sci ai piedi fino all’auto lungo la stradina. Le 3 stelle sono decisamente strette, a mio avviso la valutazione corretta è 3,5 (se fossimo a scuola, sarebbe un bel 7).

Giornata splendida e non troppo fredda, solo in cima c’era un po’ d’aria. Oltre a noi un gruppetto di francesi che però si sono diretti verso uno dei canali sotto la Tete de la Casille…

Gita poco conosciuta che però a mio avviso merita…l’ambiente è splendido e selvaggio e il vallone molto suggestivo anche se abbastanza lungo… personalmente ritengo che la scelta migliore sia puntare alla quota 2.824 m sulla Crete de la Ponsonniere (segnalato sulla carta IGN), che si trova tra il Pic de la Muliniere e la quota 2.717 qua descritta in quanto è l’itinerario più diretto e quindi sciisticamente più remunerativo; il Col e il Collet de la Ponsonniere mi pare invece che presentino parecchi tratti in traverso.


Gita caricata il 21/01/19
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud
quota partenza (m): 1700
quota vetta/quota massima (m): 2717
dislivello totale (m): 1000