Feluma (Col) da Mondanges

La gita

Sciabilità :: ***** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: polverosa

neve (parte inferiore gita) :: polverosa

note su accesso stradale :: Ok fino a Mondanges

quota neve m :: 1600

attrezzatura :: scialpinistica

Giornata spettacolare e gran bella gita poco conosciuta (non è descritta in nessun libro, neanche sul Grilli). partenza dal parcheggio del Foyer du Fond di Mondanges, seguito la strada che porta alla diga, parzialmente pulita per il personale della diga di Beauregard, proseguito lungo la piatta stradina innevata, raggiunto Rocher lungo la strada, poi per prati alle case di Plontaz. 2300m. Da qui si vede il colle di Feluma. Raggiunta la base per vallette proseguiamo sul ripido pendio finale (30-35°) che conduce alla stretta forcella. Vento forte e temperatura attorno ai -18°C non ci fanno dormire al colletto. La discesa è entusiasmante , non essendoci alcuna traccia, 20cm di farina su fondo duro fino a Plontaz, poi con più cautela ritornati a Rocher e di qui lungo la strada, percorribile con qualche attenzione fino a Mondanges. Sembra impossibile dare 2 volte 5 stelle in meno di una settimana, ma quest'anno la val Grisanche da molte soddisfazioni. Il solito elicottero che ronza. Alcuni gruppi al Sigaro

Gita caricata il 19/01/19

Le foto

L'itinerario
Partenza da Mondanges
Sulla strada per la diga
Bivio per Rocher
Rocher , con l'Arp vieille, il Forclaz du Brè e il Ruitor alle spalle
Arrivo a Plontaz
Si vede la meta
Ultimi metri
Al colle
Discesa parte alta
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Ovest
quota partenza (m): 1650
quota vetta/quota massima (m): 2987
dislivello totale (m): 1337