Eknaton (Cascata)

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

condizioni ghiaccio :: Buone

tipo ghiaccio :: Compatto per buona parte della cascata, stalattitico e con parecchia aria nella seconda parte del muro di L4

note su accesso stradale :: OK fino al parcheggio del campeggio di lillaz

Temperature al parcheggio di Lillaz: -5°C alle 7:45, -5°C alle 18:00.
Cascata certamente non gonfia, ma formata su tutti i salti e ben salibile.
Vista la quasi totale assenza di neve in Valleile, l'avvicinamento ad oggi è abbastanza comodo in poco meno di 2h. Si attraversano 4 coni valanghivi duri e ghiacciati oltre ad un altro paio di pendii con neve dura: valutare eventualmente l'utilizzo dei ramponi nella seconda metà (noi non li abbiamo usati all'andata, ma al ritorno ci hanno fatto molto comodo).
Cascata un po' discontinua ma con due tiri davvero belli!
L1 è a balze, 60m, con sosta su spit singolo a dx oppure su ghiaccio più centralmente sulla colata.
L2 spostamento su neve a sx, sino alla base del risalto successivo, 60 m abbondanti, noi siamo saliti in conserva ed abbiamo sostato su ghiaccio.
L3 balze verso sx, 40 m, per arrivare alla base del muro; la sosta alla dx del muro è ad oggi molto alta e scomoda, noi abbiamo sostato su ghiaccio alla sx del muro.
L4 gran bel muro, salito lungo la linea di sx, verticale e lavorato, 50 m: nella prima parte presenta ottimi appoggi per i piedi e buone viti, nella seconda è meno compatto e con ghiaccio morbido e alveolato (viti non fantastiche). Abbiamo sostato su spit sulla dx (sosta comoda per 2 cordate), ma è possibile sostare su ghiaccio poco sotto, al termine delle difficoltà. Ad oggi questa lunghezza prende sole per circa un'ora nella tarda mattinata.
L5 trasferimento su neve a sx sino alla base della bella candela.
L6 candela finale e poi breve goulottina sino alla sosta a spit sulla sx. Bella candela, salita sul lato dx, dove il ghiaccio ha formato un bel diedro che consente ottimi riposi, con viti abbastanza buone, poi ristabilimento al centro per infilarsi nella goulottina. Lunghezza ben lavorata.

Calate.
Da S6 alla base della candela.
Da S5 calata (o conserva su neve) sino a S4 sopra il muro.
Da S4 calata alla base del muro.
Dalla base del muro di L4 calata alla base delle balze sottostanti (abalakov, oppure spit ma ad oggi quella a spit è molto scomoda).
Dalla base delle balze scendere in conserva sino a S1 oppure, dopo essere scesi 20 m su neve, calata su abalakov sino a S1.
Da S1 (spit singolo, maillon) sino alla base della cascata.

Oggi gran pienone: arrivati alla base con 2 cordate davanti a noi, mentre stavamo salendo ne abbiamo contate in tutto 8, per un totale di quasi 20 persone (!!!). La cascata è larga e consente di non darsi eccessivo fastidio sino alla base del muro di L4, poi iniziano i dolori. Alla fine, alla base della candela siamo arrivati in 3 cordate: le altre hanno fatto retromarcia subito prima o subito dopo il muro di L4.

Gran bella gita, che ci ha riempito completamente la giornata. Il fondo della Valleile è splendido e la cascata è bella.
Con Gianluca e Diego.

Gita caricata il 15/01/19

Le foto

Vista dalla base
Il muro di L4.
La candela finale.
La candela finale.
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: III :: 4+ :: [scala difficoltà]
esposizione: Est
quota base cascata (m): 2080
sviluppo cascata (m): 250
dislivello avvicinamento (m): 300