Querellet (Monte) da Ponte Terribile

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: altro

neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante

note su accesso stradale :: in auto fino a Bessen Haut strada pulita e sgombera da neve

quota neve m :: 2100

attrezzatura :: scialpinistica

Siamo partiti da Bessen Haut. In salita, mantenendo la destra orografica si sale sci ai piedi: i raccordi vanno cercati, soprattutto nelle zone più ombrose e protette dal bosco, e qualche passaggio "su terra" è inevitabile. Ma comunque si sale sci ai piedi. Negli ultimi 250/300 metri di dislivello a mio parere sono indispensabili i coltelli, perché vento e cicli di scioglimento e rigelo hanno formato tratti di neve molto dura o addirittura ghiacciata la cui risalita non è comunque agevole. I tratti di neve marmorea si alternano a tratti di crosta non portante che sono agevoli per la salita ma molto poco invitanti per la discesa.
Siamo scesi tenendo la sinistra orografica (ovvero siamo scesi dal versante più vicino alle piste da sci di Sestriere). Primi 350 metri di discesa su fondo duro ed un pò irregolare, che regalano comunque una sciata piacevole, basta avere un pò di lamine ed un pò di attitudine alla sciata aggressiva su neve dura. Poi circa 150 metri inaspettati di farinella pesante, che hanno regalato una sciata piacevole e divertente. Ultimi 300 metri tra crosta portante e non portante, con slalom tra patri non innevate, funzionale al rientro alla base e nulla più. In un paio di occasioni la sindrome della curva a valle ci ha costretto a togliere gli sci perchè i pendii esposti a su-est hanno qualche tratto senza neve: i raccordi innevati ci sono ma vanno cercati con un pò di attenzione.
Oggi ritorno allo sci alpinismo dopo l'infortunio al ginocchio dello scorso aprile in pista, quindi il mio giudizio potrebbe essere condizionato dalla gioia del ritorno allo sci-alpinismo dopo 8 mesi di "astinenza".
Dopo 8 mesi di astinenza da sci alpinismo, e con le condizioni meteo e neve che ci sono, non posso lamentarmi. Git un pò al limite, ma con queste condizioni non si può pretendere molto di più. Certamente in assenza di nuove precipitazioni nevose la sospensione dell'attività sci alpinistica nelle velli torinesi sarà inevitabile. Imploriamo Giove Pluvio di regalarci un pò di neve.
In compagnia del mio socio sci-alpinistico Andrea...finalmente siamo ritornati in azione :) ... grazie per avermi aspettato in discesa più del solito!
Gita ottimamente conclusa in piola a Bousson come da tradizione!!!

Gita caricata il 05/01/19

Le foto

Chaberton
Rognosa del Sestriere
Descrizione completa dell'itinerario