Schollenhorn da Splugen

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: crosta portante

neve (parte inferiore gita) :: crosta non portante

attrezzatura :: scialpinistica

Passato il tunnel del San Bernardino, mi accoglie una fitta nebbia. L'idea era quella di andare al Chilchalphorn che però era nascosto nella densa nebbia. Verso est si intravedeva qualche schiarita e così sono sceso fino a Splugen, confidando nel fatto che le nebbie si sarebbero diradate con il levar del sole.
Partito da dietro le scuole di Splugen, sono salito prima per ripida traccia giungendo alla strada che si segue con qualche taglio fino a Stutzalp. Da qui, seguendo una vaga traccia in gran parte cancellata dal vento e ritracciando pressochè tutto il percorso, giungo fino al cimotto quotato 2484m. Scendo quindi verso i valloncelli sottostandi perdendo circa un centinaio di metri e trovando i resti quasi completamente cancellati di vecchie tracce le seguirò fino alla vetta. Salendo il vento si fa piuttosto insistente ma sopportabile, nebbie cominciano ad avvolgere le cime attorno. Quando raggiungo la cima, nevischia. Vedo sbucare da un canalone sul versante meridionale due ragazzi di Thusis che scenderanno da dove sono saliti mentre io scendo rifacendo il mio percorso a ritroso.
Neve molto lavorata dal vento. Qualche sparuto tratto di polvere compressa, tanta crosta friabile e sciabile, qualche placca dura da vento. Per fortuna i tratti di crostaccia sono pochi. Sopra il paese, il ripido pendio ha preso il sole e si scende su neve marciotta.
Giornata quasi primaverile: 0°C alla partenza alle 8 del mattino. Banchi di nebbia, nuvole, qualche neviscio, un po' di vento

Gita caricata il 23/12/18
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1457
quota vetta/quota massima (m): 2732
dislivello totale (m): 1270