Lauzière (Tete de la) da les Roberts e la Pointe des Casses de la Font de Lanse

La gita

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida

neve (parte inferiore gita) :: molto bagnata

note su accesso stradale :: strada pulita fino al tornante 1568 m

quota neve m :: 1800
L'idea iniziale prevedeva di raggiungere questa cima di ritorno dalla Tete des Raisins, ma il mancato raggiungimento di questa mi ha fatto cambiare programmi. Arrivato in discesa alla Cabane de Clot Saret delle belle schiarite mi hanno invogliato a risalire per raggiungere questa cima, che tra l'altro con luce meno piatta dall'anticima della Tete des Raisins avrei capito che potevo scendere i pendii attraversando in alto il Vallon de Tete Moute, anzichè scendere fino alla cabane...ma va bhe. In ogni caso dalla baita ho attraversato in semicerchio il vallone raggiungendo prima la Pointe des Casses de la Font de Lanse (speravo che il crestone fosse percorribile fino alla Tete de la Lauziere ma così non è), quindi risalendo il versante destro del Vallon de Tete Moute, mi sono portato alla base del pendio che avevo battezzato di salire per raggiungere la cima. Pendio di circa 100 m di dislivello ma molto ripido, oggi senza problemi al di là dell'immane fatica nel tracciare, ma con più neve potrebbe destare qualche preoccupazione per cui va valutato.
Traccia dritto per dritto sprofondando 30-30 cm su neve marcia, luce piatta che a tratti dava fastidio, ma in un modo o nell'altro, seppur sfiancato, sono arrivato alla dorsale che mi ha condotto in cima. Belle schiarite e finalmente bel sole mentre iniziavo la discesa. Le salite all'anticima della Tete des Raisins e alla Tete de la Lauziere, partendo da Freissinieres paese, mi hanno richiesto 5h30', il percorso è abbastanza diretto quindi con traccia esistente e/o neve migliore non si tratta di salite particolarmente lunghe (specie se si parte da les Roberts).
Nessuno in giro, bei colori autunnali nella parte bassa, pieno inverno in alto. Peccato che il meteo seppur buono (a Monginevro pioveva) non sia stato come meteo france prevedeva la sera, sole che ha iniziato ad affacciarsi tra le nubi alte solo da metà giornata. Zona molto bella e gite consigliabili, ma con neve migliore di quella odierna. Innevamento davvero abbondante oltre i 2000 m.

Gita caricata il 04/11/18

Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BR :: [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Est
quota partenza (m): 1413
quota vetta/quota massima (m): 2397
dislivello totale (m): 1050

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale