Ovarda (Torre d') Via Normale dall'Alpe d'Ovarda

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

note su accesso stradale :: meglio con fuoristrada

condizioni perfette, tutto asciutto e pulito, da solo tutto il giorno, non una nuvola, nessuna pietra rotolante, neanche da capre rupestri. in queste condizioni la via è facile, gli ometti si seguono bene, con nebbia e bagnato sarebbe sicuramente più impegnativo. Mi sono accontentato della spalla ovest, in quanto ero da solo ed in giornata no, per fortuna che il meteo mi è stato propizio. Allego una foto scattata dal punto (circa quota 3000) dove si potrebbe lasciare la traccia normale per puntare direttamente alla cima centrale, senza fare la cresta. Dovrebbe andar bene il canale che sbuca circa 20m a sx della cima centrale, se si punta direttamente alla cima, sembra più placcoso / arrampicoso. Sul sentiero dei camosci, l'ometto costituito da una singola lama di roccia, che segna la partenza della salita, è il secondo che si incontra, sul punto più alto della cresta spartiacque fra i valloni Venaus e Servin (cresta del vento); il primo, dopo circa 20min. dal colle di Costafiorita, si trova alla base del 2° marcato canalone, che non è da prendere in considerazione. La strada all'alpe di Ovarda non è bruttissima, ma ci sono un sacco di pietre, a mio avviso meglio un fuoristrada.

Gita caricata il 25/09/18

Le foto

ipotetica via di salita diretta alla cima centrale
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: F :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1890
quota vetta (m): 3075
dislivello complessivo (m): 1130

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale