Olan (Pic d', cima Nord) Parete SE e Cresta Est dalla Breche Escarra

La gita

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle

Bella, ma tosta. La quotazione delle ultime guide (AD) è senz'altro più corretta delle vecchie (PD). Condizioni molto buone. Ghiacciaio in neve, terminale con ponte proprio nel punto giusto (ma occhio al momento delle discesa), resto secco e asciutto. Noi abbiamo trovato le placche dopo la terminale bagnate al mattino, causa temporale della sera prima, e il primo tiro non è stato proprio banale (la prima sosta è a sx della rampa/canale, la seconda è a dx). Cresta finale fatta quasi sempre sul filo (parecchio III), in conserva con qualche tiretto nei tratti più impegnativi. In discesa abbiamo seguito nuovamente la cresta fino alla spalla dopo il tratto affilato, quindi con due doppie abbiamo raggiunto le cenge che consentono, disarrampicando (II/II+) di tornare alla breche. Con altre 3 doppie (corda da 55) siamo poi scesi sul ghiacciaio al termine della lunga cengia. Salita decisamente consigliata, ma tenete conto dell'ingaggio notevole, inoltre non fatevi ingannare dal dislivello non elevatissimo, prende molto tempo.

Gita caricata il 01/09/18

Le foto

il percorso di salita dal punto dove si abbandona il sentiero
il ghiacciaio dall'inizio della cengia
la cengia che taglia la parete
il canale che porta alla breche Escarra
sulla cresta dopo la breche Escarra
sulla cresta il tratto affilato prima dell'anticima
la vetta nord dall'anticima
la vetta
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: AD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1101
quota vetta (m): 3564
dislivello complessivo (m): 2500