Tonini (Punta) da Forno Alpi Graie per il Vallone di Sea

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

note su accesso stradale :: Da Forno si può procedere con l'auto ancora per qualche centinaio di metri fino al bivio.

25 km a piedi nella wilderness del vallone di Sea, fra andata e ritorno. Partiti poco prima delle 6 dal bivio, arrivati al colle di Sea a mezzogiorno. Sentiero ben segnalato fino al bivacco. Tracce e ometti sparsi fino al colle (dal bivacco si ritrova la traccia scendendo di qualche metro verso il torrente); in questo tratto la fatica della salita è premiata dal bellissimo pianoro del (quasi ex) ghiacciaio di Sea, sotto la seraccata spettacolare del ghiacciaio Tonini; non necessari i ramponi sul ghiaccio del Sea che resiste sotto le pietre. Poi, sulle ripide e instabili pietraie e roccette della cresta della punta Tonini la segnaletica scompare. Fra incertezze e nuvoloni in arrivo abbiamo lasciato perdere poco sopra il primo colletto. In discesa, ripercorso tutto il medio vallone sotto il temporale pomeridiano previsto dal meteo: grandine, vestiti e zaini in ammollo; e, a fianco del sentiero, l'impressionante fragore della Stura di Sea ingrossata dal diluvio. Incontrata al mattino una coppia di escursionisti in discesa dal bivacco e, nel pomeriggio, alcuni altri al bivacco. Un grazie all'amico Franco per le utili indicazioni.

Gita caricata il 05/08/18

Le foto

Dal bivacco: l'itinerario attraversa il grosso nevaio in centro e quello più in alto a dx. Sopra quest'ultimo, il colle.
In salita su nevaio.
Al pianoro del ghiacciaio di Sea.
Sopra il pianoro del ghiacciaio, la via più comoda passa sull'evidente cengione a dx della cascata.
Ormai sotto il colle.
La cresta della punta Tonini dal colle di Sea.
Descrizione completa dell'itinerario