Chandelly (Mont) o Testa della Mentò dal Colle del Nivolet per il Col Manteau

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

Oggi una giornata favolosa, sole a palla e venticello di sottofondo che ha reso la temperatura ideale per una bella camminata - Partenza dalla sbarra del Piano del Nivolet e seguito la strada per circa 3 Km, lavori in corso sui tralicci dell'alta tensione, seguito poi il sentiero per Pian Borgno con il suo bellissimo laghetto dove si specchia il Gran Paradiso ed i suoi satelliti, ridiscesi ad incrociare il sentiero per il vallone delle Meyè, lungo traverso con sali e scendi sotto la Costiera della Auille sino ad arrivare in vista del vallone, da dove lo sguardo si apre sulla Pointe de Chandelly o Testa di Mentò - Scesi nel vallone siamo risaliti su bel sentiero che con lunghi diagonali e tornanti porta al colle Manteau (intaglio) che da accesso al vallone dei laghi di Giuoan - Seguito poi per tracce di sentiero sulla sinistra la cresta che porta al grande ometto della cima - Panorama a 360° grandioso Gran Paradiso - Tresenta - Ciarforon - Becca di Monciair - Gran Combin - Grivola - Entrelor e moltissime altre cime - Al rientro abbiamo osservato gli operai acrobati al lavoro sui tralicci a 30/40 mt. di altezza (da brividi) - Percorso con poco dislivello circa 700 mt. ma dal notevole spostamento A/R 19.6 Km.
Un saluto all'amico Dario

Gita caricata il 30/07/18

Le foto

Ometto della cima
Arrivo al colle Manteau
Sullo sfondo la cima di Entrelor
Pointe de Chandelly dall'imbocco del vallone delle Meyè
Tecnologia e natura a confronto con il Gran Paradiso come sfondo
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: Sentiero n° 9
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 2522
quota vetta/quota massima (m): 2809
dislivello salita totale (m): 720