Chateau Blanc da Planaval

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti

neve (parte superiore gita) :: altro

neve (parte inferiore gita) :: primaverile

quota neve m :: 1900

attrezzatura :: snowboard

Gran gitone, bello e ancora consigliato, in una giornata abbastanza soleggiata con nubi di passaggio e un piccolo temporale. Rigelo scarso nella parte bassa, buono oltre il primo canale. Discesa verso le 12, molto bella con fresca umida sul ghiacciaio, firn ben rinvenuto nel lungo pendio-canale fino al piano, quindi ultimo ripido canale verso l'alpeggio su compatta estiva che non ha eccessivamente mollato. In salita meglio seguire la stradina, i vari tagli sono scomodi e boschinosi, diverse valanghe hanno fatto purtroppo strike della bella vegetazione. Il primo ripido canale ha neve morbida in superficie e facilmente gradinabile, uscita per la massima pendenza sul bel pianoro da cui si scorge l'ampio vallone. Dai 2300 fino al ghiacciaio neve non portante (almeno con 80kg e tavola a spalle) quindi discreta fatica sfondando una ventina di cm, in alto meglio fin nei pressi del ghiacciaio dove diventa man mano portante con qualche dito di fresca, più abbondante nel pendio che porta in vetta.
Begli squarci in punta con ottima visibilità sulla testata della valle e cime limitrofe, ramponi per la vetta ma fattibile anche senza su buone peste esistenti. Discesa molto bella dal colle e per tutto il ghiacciaio, appena oltre ci ha colto alle spalle un'abbondante nevicata, presto esaurita, la visibilità verso valle è comunque sempre stata buona. Trasformata morbida su tutto il pendio canale, neve sempre ben curvabile, niente croste o cedimenti trovati in parte in salita. Verso il fondo tenendo la destra si trova una bella crestina con gran vista Grande Rousse e cime vicine e senza spingere si arriva all'imbocco dell'ultimo canale. Qualche timore per eventuali marcioni invece fondo più che dignitoso anche nel ripido ingresso, poi splendido pendio su cremina e belle curve fino all'alpeggio. Dopo il pianoro occorre tenersi alti per passare il torrente poi abbiamo rinunciato a ramaglie e boschinismo e scesi per stradina tavola a spalle. +1900 e discreto mazzo ma ambiente e gita superbi. Salut!

Gita caricata il 20/05/18
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: ghiacciaio
difficoltà: BSA :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord-Est
quota partenza (m): 1557
quota vetta/quota massima (m): 3408
dislivello totale (m): 1851

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale