Giulian (Monte) da Giordano

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta

neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta

note su accesso stradale :: strada aperta fino a Giordano

quota neve m :: 1500

attrezzatura :: scialpinistica

Dopo molte riflessioni scegliamo questa gita, a noi ignota, perché dalla cartografia ci sembrava che il vallone che adduce alla cima fosse abbastanza protetto dal vento.
Gita di trasferimento su stradina sino oltre alle Miande Selle quota 1703. Dopo un ulteriore trasferimento in cui si guadagna poca quota, abbiamo seguito prima il sentiero estivo, e poi un vallone protetto che ci ha portato sotto la cima .A circa 30 m. di dislivello sotto la cima, sferzata e pelata dal vento, abbiamo imboccato un valloncello in direzione Prali che ci ha portato sotto la cima sci ai piedi.Poco oltre le Miande Selle nessuna tracciatura, ed abbiamo battuto traccia con un simpatico gruppo di valenti sci-alpinisti lombardi in trasferta nelle alpi valdesi.
Temperature basse e ombra sino a 50 metri sotto la cima, poi vento abbastanza forte e gelido. Discesa sui valloni adiacenti a quello di salita, alla ricerca di pendenza e neve polverosa. Tranne i primi 80 m. di dislivello di discesa (neve ventata) abbiamo trovato entrambe. Con qualche rododendro in meno tra cui fare slalom, i pendii di discesa sarebbero perfetti.
Rientro su stradina fino alle Mande Alberge, e poi variante finale sulla massima pendenza per raggiungere la strada che fiancheggia il Torrente Germanasca e riporta al torrente suddetto in località Giordano (partenza della gita)
In compagnia di Andrea (come sempre una garanzia sci-alpinistica!!! Grazie). Un ringraziamento agli sci-alpinisti lombardi con cui abbiamo condiviso parte della salita e tutta la battitura di traccia.
Nel complesso bella gita in ambiente selvaggio (nonostante la vicinanza degli impianti di risalita di Prali) e bella sciata su ottima neve per circa il 70 % della discesa. Visto l'imperversare di Eolo, difficile chiedere di più.


Gita caricata il 16/12/17

Le foto

Traccia di salita dove il bosco comincia a diradarsi
In vista della cima. Ultima parte di salita sferzata dal vento
Arrivo in vetta dopo aver depositato gli sci
Sulla stradina di discesa in prossimità delle Mande
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: bosco rado
difficoltà: MS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1489
quota vetta/quota massima (m): 2547
dislivello totale (m): 1058