Thabor (Monte) dalla Valle Stretta

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti

neve (parte superiore gita) :: primaverile

neve (parte inferiore gita) :: primaverile

note su accesso stradale :: Si arriva al parcheggio poco prima dei rifugi

quota neve m :: 1900

attrezzatura :: scialpinistica

Bellissima gita che da tempo meditavo di fare. Circa mezz'ora di portage e poi subito gli sci ai piedi. Buon rigelo notturno che ci ha permesso una piacevole salita fino in vetta (raggiunta intorno alle 11); provvidenziale la presenza della chiesetta poco sotto la vetta visto il vento gelido e incessante che ha soffiato per tutta la parte alta della gita.....certe cose non si apprezzano mai finchè non se ne ha bisogno...
Meteo ok e tanta gente ma mai problemi di affollamento. Panorama superbo dalla vetta dove gli Ecrìns la fanno da padroni.

Discesa: prima parte neve molto dura a causa del vento gelido....non ha mollato per niente anche se ben trasformata. Appena scesi nelle conche inferiori però, più protette dall'azione del vento, è partito il divertimento. Neve primaverile ottima e divertentissima....sciare è stato un piacere. Al ritorno abbiamo tagliato alti sulla destra (scendendo), sfruttando tutta la neve possibile per diminuire il portage e garantirci così un sano ravanage nel bosco!
Rientro alle macchine e meritata birra fresca al Re Magi.
Con Sergio (in bocca al lupo per l'Elbrus!), Paolo ed Enrico.
Bella compagnia!

Gita caricata il 18/04/17
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: pendii ampi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Sud-Est
quota partenza (m): 1765
quota vetta/quota massima (m): 3177
dislivello totale (m): 1400