Brancia (Rocca) Cresta SE

La gita

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle

Salita finalmente questa montagna "misteriosa" dall'aspetto insuperabile.
Alla fine le difficoltà non sono eccessive e la roccia è decisamente migliore del previsto e di quella di molte altre montagne calcaree in zona (Chambeyron, Oronaye, cresta est della Meja), sorprendentemente solida e pulita dal detrito se si resta sul filo, nonostante la scarsa o nulla frequentazione.
In solitaria, molto prudentemente armato fino ai denti, alla fine ho usato solo la corda per due brevi calate dalla cima NO (lasciato un cordone) e da quella SE (lasciato un cordino trovato sulla vetta).
A differenza di altre cima in zona che sono salibili anche con neve, questa non la consiglierei proprio in inverno...


Gita caricata il 03/09/16

Le foto

meta in vista. Al centro la cengia obliqua da risalire per arrivare sulla cresta
a metà cengia
sguardo indietro sul primo tratto di cresta
dall'inizio delle difficoltà
verso la cima SE. A dx la spalla detritica dove aggirare la torre e proseguire verso la cima NO
la cima NO dalla SE. In basso, al centro, la forcella fra le due
dalla forcella uno sguardo verso il colle Oserot
dalla cima NO la cima SE
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: PD+ :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1624
quota vetta (m): 2814
dislivello complessivo (m): 1250

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale