Pelvoux Traversata Couloir Coolidge - Glacier des Violettes

La gita

Giudizio Complessivo :: / ***** stelle

Lasciate l'auto al park al bivio al centro di Ailefroide, tanto si torna lì.
Gita impegnativa che inizia...quando comincia la discesa.
Qui infatti non vale il detto "in discesa tutti i sassi rotolano" è si troverà appagato sia chi cerca un notevole impegno fisico, sia chi vuole una gita tecnica (4 serie di doppie più alcuni tratti di disarrampicata su roccia, attualmente con ramponi ai piedi). E' ce n'è (e bisogna averne) proprio fino alla fine, perchè le "Vires d'Ailefroide" non è per niente un sentiero GTA, sarà anche più evidente di quanto ci si possa aspettare, ma è più simile ad un passaggio per camosci e richiede continuo uso delle mani con veri tratti di disarrampicata di II grado.
Attualmente la neve inizia a quota 2900 m circa (inizio traverso verso la Bosse de la Sailouze) e termina a circa 2500 m. Rigelo buono solo sopra i 3200 m in salita, discesa tutto su crosta o in pappa. Il Coolidge è ancora relativamente ben innevato, il ghiacciaio ben chiuso (soprattutto in alto, solo un paio di crepi ben evidenti per ora). Gli ancoraggi per le doppie si trovano facilmente e i salti rocciosi sono puliti. La breve risalita per abbandonare il ghiacciaio è ancora in neve (corda fissa sepolta).
Consigliate 2 corde da 50 (forse basta una da 60, ci sono ancoraggi un po' ovunque, molte calate sono frazionabili), diffidate da alcune indicazioni che riportano la possibilità di disarrampicare alcuni tratti dove troverete le soste: cui sono 2 serie di calate per scendere a fianco del ghiacciaio (intercalate da un tratto di disarrampicata) e altre 2 fra il ghiacciaio e il Nevè Pellissier.
A chi può interessare con un d+ di 60m si sale anche la Pointe Durand e con altri 90m si sale anche il Petit Pelvoux, aggiungendo circa 1h complessivamente.
Ottimo rapporto "quantità/prezzo" al ref. du Pelvoux. Presentatevi a digiuno da almeno 3 gg. ;-D

Gita caricata il 04/07/16
Descrizione completa dell'itinerario