Coda Adelfo e Agostino (Rifugio) da Molère

La gita

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle

Gita non troppo impegnativa, percorso ben segnalato, fattibile anche con tempo incerto o scarsa visibilità, probabilmente il più facile e sicuro per raggiungere il Coda.
Per il tracciato seguito ripropongo la descrizione d'itinerario ed allego la traccia gps. Sentiero quasi tutto pulito, salvo qualche inevitabile acquitrino dopo il Colle Portola e nevai residui nel vallone sotto il Colle Carisey, comunque facilmente attraversabili anche senza attrezzatura invernale.
Come sempre con Germana. Nel tepore del rifugio, con l'accoglienza calorosa di Laura e Cristina Chiappo, i panni ad asciugare sulla stufa e bevendo il vin brulé caldo , non volevamo più scendere, per fortuna al rientro aveva smesso di piovere :)

Gita caricata il 05/06/16

Le foto

avvicinandosi al Rifugio...
il Rifugio Coda
il lago Montagnit, sotto il rifugio
in Valle Elvo nulla di buono, ma in pianura sembra aprirsi
residui nevai nel vallone di Carisey, all'orizzonte il Colle Portola
.... attenti alle streghe ;)
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

sentiero tipo,n°,segnavia: segnavia 1 e Alta Via n. 1
difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Ovest
quota partenza (m): 1360
quota vetta/quota massima (m): 2260
dislivello salita totale (m): 980

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale