Castore da Plateau Rosà

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida

neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) umida

note su accesso stradale :: OK

quota neve m :: 2000

attrezzatura :: scialpinistica

Salita molto più impegnativa del previsto per il forte vento, il freddo e anche per il bollettino valanghe. Il primo giorno impiegato per raggiungere il Rif. Guide di Ayas partendo con le pelli da Cime Bianche per chiusura ultimo tratto di funivia causa vento. Partiti dal Rifugio alle 6 arrivati al Col di Verra viste le condizioni di vento forte in cresta nessuna traccia e il bollettino che dava rischio 3 eravamo molto perplessi su cosa fare. Per fortuna ci hanno raggiunto due gruppi con guida che hanno iniziato a salire. A questo punto la decisione era presa! Seguirli. Noi seguendo la prima guida abbiamo abbandonato presto gli sci e saliti con picca e ramponi. Qualche breve tratto con ghiaccio ma senza problemi poi il pendio finale in buone condizioni così come la cresta finale. Per magia arrivati in cresta il vento è sparito. Noi siamo saliti slegati ma sempre concentrati. Arrivati in vetta subito dopo la prima guida con stupore abbiamo visto dal basso una processione in salita. In discesa fare molto attenzione ai crepacci , specialmente a piedi conviene legarsi. In due siamo finiti con le gambe in 2 buchi pur scendendo alle 10:30! Arrivati a Col di Verra siamo scesi fino a quota 3650 poi ripellato ed iniziato il lungo traverso fino al colle del Breithorn. Poi discesa fino a Cervinia. Saliti e scesi con il pendio in ombra (alle 11 eravamo al Colle) ancora sci alpinisti in salita alle 12. Neve molto impegnativa sul pendio con tratti di neve ventata e ghiaccio. Gran gitone in ottima compagnia degli amici Nino, Pino e Armando.

Gita caricata il 21/04/16

Le foto

Pendio finale al mattino
Ultimo tratto ripido
Cresta finale
Qualcuno sale con gli sci
Descrizione completa dell'itinerario