Aigle (Bec de l') da Larche per il Vallon de Font Crèse

La gita

Sciabilità :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: polverosa

neve (parte inferiore gita) :: umida

note su accesso stradale :: colle della Maddalena chiuso fino a sabato mattina

quota neve m :: 1500

attrezzatura :: scialpinistica

Seconda giornata della sociale di 3 giorni del CAI Pianezza a Larche, con 23 partecipanti. Partenza verso le 7,45 sci ai piedi direttamente dalla Gite d’Etape di Larche, dove abbiamo ottimamente soggiornato. Temperatura alla partenza decisamente fresca (circa -8°). Traccia di salita già esistente, si sale senza problemi con gli sci fino a 20 metri lineari dalla vetta (al momento non servono i rampant), poi in cima si va a piedi senza alcuna difficoltà in pochi secondi. Arrivati in vetta verso le 11, panorama spettacolare a 360° e temperatura piacevole. Discesa iniziata alle 11,30…primi 50 metri con neve ventata e alcune pietre in agguato, poi farina spettacolare su tutto il pendio e pochissime tracce esistenti…500 metri di sciata pressochè perfetta!!! Arrivati al pianoro a quota 2.300 m abbiamo ripellato per raggiungere il Pas de Manzes e quindi, per 13 di noi, anche la vetta della Tete de Plate Longe, a cui rimando per i dettagli.
Gran gitone di circa 1.650 m di dislivello e con 2 discesa da favola, perlomeno nella parte alta, poi in basso la neve è un po’ più pesante ma sempre sciabile e divertente. Oltre a noi solo altre 3-4 persone, per il resto non abbiamo incontrato anima viva…
Condizioni di innevamento ottime anche se qui la scorsa settimana ha nevicato poco e il rischio valanghe è più basso che da noi (nei giorni scorsi i bollettini di MeteoFrance davano 2 e mi pare corretto). I pendii esposti a Nord sono ancora tutti in ottime condizioni e quindi consigliatissimi ancora per qualche giorno, le gite a Sud non so quanto siano fattibili perché in basso manca neve e in alto non so se sia già trasformata…
Ottimo il trattamento della Gite Communale di Larche, gestita (purtroppo pare ancora per poco) da Bernadette; i locali sono ovviamente un po’ “rustici” ma puliti, si mangia bene, il prezzo è veramente basso (37 € la ½ pensione) e lei, oltre ad essere decisamente cortese ed ospitale, è una miniera di informazioni sulle tante gite in zona. Vale sicuramente la pena di venirci per un we lungo!!!


Gita caricata il 21/03/16

Le foto

in salita nella parte bassa
sul ripido pendio finale
quasi in vetta
ultimi passi prima della vetta
il bellissimo pendio finale prima di ararlo...
il pendio non più vergine...
ambiente spettacolare
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

tipo itinerario: attraversa pendii ripidi
difficoltà: BS :: [scala difficoltà]
esposizione preval. in discesa: Nord
quota partenza (m): 1670
quota vetta/quota massima (m): 2815
dislivello totale (m): 1145

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale