Arp (Rifugio) da Estoul e il Lago Literan

La gita

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle

note su accesso stradale :: Strada abbastanza pulita anche se non perfetta come ci si aspetterebbe qui in VdA, ma nevischiava.

Partiti dal tornare poco sopra all'abitato di La Croix (dove è il Bar Ristorante "Beuregard") e proseguito in diagonale verso dx seguendo all'incirca la pista più bassa del comprensorio di Estoul, che poi è la classica partenza per le skialp per effettuare ad esempio Punta Guà. Abbiamo dirottato sulle ciaspe dato che in questi giorni le pelli e gli sci si potrebbero usare ed avrebbe senso farlo nel solo tratto che comprende il comprensorio scendendo o sulle piste stesse o fuori pista ma con attenzione. Nella parte alta verso il Rifugio invece gli sci sono decisamente sconsigliati: troppe pietre affioranti in considerazione del tipo di pendio che conduce al rifugio e per il fatto che ha tirato vento i giorni scorsi quindi ha pelato la neve più che in basso. Il traverso dopo l’alpeggio di Chavannes sotto le pendici del Bieteron è al momento sicuro.
Abbiamo infatti effettuato salita e discesa sul percorso invernale già tracciato dal rifugista e dai frequentatori dell' ottimo anche se enorme Rifugio che però ha chiuso ieri.
Quasi totale assenza di vento e temperature "da novembre", nevischio tutto il tempo.
Ottimo e caldo relax su al rifugio! Non perdeteVi il loro genepy. ;)

Gita caricata il 12/01/16

Le foto

Bieteron
Vista verso Sud
Arrivo al megarifugio dell' Arp
Descrizione completa dell'itinerario