Galisia (Punta), Punta Basei, Punta Bousson dai Piani del Nivolet, traversata di cresta

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Bella cresta, soprattutto per il panorama che offre sia verso il piemonte e i laghi Agnel, Serrù e di Ceresole, sia dalla parte opposta valdostana. Saliti in fretta dal sentiero in un'ora e mezza siamo a quota 3000. Non continuare per la via che attacca la Basei dalla parte del nevaio, ma subito prima deviare a destra verso il versante valdostano e portarsi sul filo di cresta (attenzione perchè qui le rocce muovono tutte!). Seguire fedelmente la cresta, molto esposta dal lato piemontese, ma mai troppo affilata. Subito dopo la Bousson si presenta il passaggio più impegnativo, soprattutto al ritorno che si percorre in discesa, ma fortunatamente non è esposto. Una volta giunti alla Galisia con splendido panorama verso il vallone del Carro e la grande Aiguille Rousse, siamo tornati indietro seguendo fedelmente i passaggi dell'andata e gustandoci la splendida vista del Gran Paradiso. Ritornati all'inizio della cresta abbiamo deciso di attaccare la Basei direttamente dal lato valdostano senza raggiungere la normale con le corde fisse. Attenzione in questo caso perchè le rocce muovono tutte, indispensabile trovare un punto sosta il più riparato possibile. Nel complesso l'ho trovata una cresta non impegnativa ma che offre un panorama unico e un ottimo rifugio dal caldo di questi tempi!
Con Dave, fedele compagno, seconda cresta per noi da queste parti

Gita caricata il 22/07/15

Le foto

Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 2560
quota vetta (m): 3346
dislivello complessivo (m): 1100

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale