Chetif (Mont) da Zerotta

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

Oggi al Mont Chetif una giornata da cartolina, non una nuvola, assenza di vento e temperatura gradevole, gli ingredienti necessari per effettuare una gita tranquilla su quello che giustamente viene considerato il più bel balcone naturale sul Gruppo del Monte Bianco (sembra di toccarlo) - Partiti appena sopra il rifugio Monte Bianco, abbiamo poi risalito la pista da sci (Chetif), ridiscendendo poi a Corba Dezaleuna e risalendo all'arrivo della seggiovia Zerotta, di qui abbiamo preso il sentiero molto ripido che tra pietraie e sfasciumi raggiunge un colletto che porta verso la cresta, che seguita integralmente porta alla vetta dove c'è la rosa dei venti ed più avanti a precipizio su Courmayeur la grande statua della Madonna (Regina Pacis) - Dalla vetta panorama grandioso a 360° su tutto il Gruppo del Monte Bianco, ghiacciaio del Ruitor e cime circostanti sino ai confini tra Francia e Svizzera ed in basso la Val Ferret e la val Veny - Lunga pausa in vetta a rimirare questi grandiosi panorami, oggi ci siamo più stancati con la mente e gli occhi a guardare e pensare ai grandi alpinisti, tra cui Bonatti che di queste cime nè hanno fatto una ragione di vita
Un saluto agli amici Dario e Sergio

Gita caricata il 18/10/14
Descrizione completa dell'itinerario