Grand Creton da Planaval per il Lago di Bonalex

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

Per le osservazioni tecniche sull’itinerario da noi seguito rimando all’esauriente relazione di Brunello 56.

Finalmente il Grand Creton! Tornata volentieri in questo splendido vallone per continuarne l’esplorazione. Gita che si svolge per buona parte fuori sentiero (dall’Alpe Bonalex in poi) su terreno a tratti ripido ma quasi mai difficile (anche se non banale), un po’ di attenzione nell’attraversare lo sfasciume che scende lungo il fianco del Grand Creton, pietre abbastanza mobili e non sempre piccole. Una volta raggiunta la crestina a lato del canalino la progressione diventa più agevole. La punta è l’ultima a sx (salendo), perciò occorre tenersi sotto la cresta spartiacque ed evitarne così i salti rocciosi. Giornata soleggiata e caratterizzata da vento freddo in aumento nel pomeriggio, che ci ha regalato ottime viste sul gruppo del Bianco.
Grazie a Tiziana e a Bruno, esperto conoscitore di questi luoghi, piuttosto remoti e poco frequentati. Con la speranza di ritrovarsi presto per andare alla “conquista” della q. 3047! Un saluto e un ringraziamento a Rita per l’ottimo tagliere dopo-escursione.

Gita caricata il 25/08/14

Le foto

Risalendo il ripido pendio erboso
Lo sfasciume poco sotto la cresta spartiacque
Frank in vetta e Mont Tapie sullo sfondo
In discesa sulla crestina che fiancheggia il ripido canale di sfasciume
Il pianoro dal quale si scende al sentiero che costeggia il torrente
E lassù il Grand Creton
Descrizione completa dell'itinerario