Conoia o Conoja (Bric di) da Viozene per Cima Revelli e Monte Rotondo

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

Sono partito da solo alle 6,20 da Viozene , in una mattinata serena ma fredda ( 7°). Sono salito a passo non veloce ma costante,arrivando dopo mezz'ora al Pian Rosso,dopo un'ora e 20 al fioritissimo Pian dell'Olio e dopo un'ora e cinquanta al Bocchin d'Aseo. Pochi metri prima del passo ho imboccato la traccia a destra,inizialmente poco visibile,segnalata da ometti e tacche rosse, e ho tagliato in diagonale le pendici del monte.Qui ho finalmente raggiunto il sole,con un certo sollievo visto che si era alzato un vento decisamente freddo. Ho costeggiato l'impressionante "Profondo" tra prati coperti di stelle alpine e mi son diretto alla cima del Conoia,seguendo dei segnavia bianco-rosso-verdi sulle rocce. In vetta,dopo 2 ore e mezza dal via, mi sono piazzato sul versante riparato dal vento gelido (12°) e mi sono goduto gli spettacolari panorami,con il Mar Ligure luccicante dietro al Pizzo,le belle cime delle Marittime e le vicine vette delle Liguri.Solo verso la pianura c'era un po' di foschia.Ho sostato in cima molto a lungo per scaldarmi e sono stato raggiunto da un gruppo salito da Viozene e poi da un duo salito da Chionea via Pizzo. Alla fine sono ridisceso al "Profondo" per godermelo in pieno sole,poi sono salito sul vicino ma modesto Monte Rotondo ed infine sulla bella cresta della Cima Revelli.Dalla sua vetta,nonostante l'addensarsi di molte nubi,ho gustato ottimi panorami sulle sottostanti conche pascolive dei laghi Raschera e Revelli e sul Monviso.Da qui sono sceso dritto su prati e lastroni di roccia sino al Bocchin d'Aseo e poi,lentamente,sino a Viozene,incontrando ancora parecchia gente che saliva nonostante le nuvole. Acqua al Pian Rosso ed alla sorgente prima del Pian dell'Olio. Fuori sentiero,ci sono ancora parecchi grossi nevai dai 2000 in su. Magnifiche fioriture dappertutto con moltissime stelle alpine dal Pian dell'Olio in poi. Bel gruppetto di camosci vicino al "Profondo" e diverse marmotte in giro,nonostante un paio di cani sguinzagliati nei prati. Giornata da 5 stelle,con quasi 1500 metri di dislivello ed almeno 16 / 17 chilometri di strada.

Gita caricata il 18/08/14

Le foto

In vetta al Conoia
Cima Revelli dal Conoia
Marguareis,Pian Ballaur e Saline
Pizzo d'Ormea dal Conoia
Cime du Diable,Bego, Grand Capelet e Chamineye
Ancora le Marittime...
Il Profondo ed il Mongioie
Stelle alpine sui prati vicino al Profondo
Sul Monte Rotondo
La conca del Lago Raschera
Cima Revelli e Conoia
Laghetto sotto il Conoia
La conca del Lago Revelli
Sulla cresta della Revelli
Marmotta di guardia
Descrizione completa dell'itinerario