Gran Bernardè (Monte) da Pianardi

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Partiti da Ronco Bianco, che si raggiunge superando Pianardi e percorrendo un breve tratto di strada sterrata e poi di nuovo asfaltata, piccola piazzola parcheggio sulla dx.
Si sale subito a sx nel bel bosco di faggi, castagni e betulle fino all'Alpe la Daia ed è consigliabile seguire con un po' di attenzione i bolli gialli e le tacche bianco-rosse, in questo periodo il sentiero è sepolto dalle foglie e talvolta poco visibile. Continuato fino all'Alpe Cialma seguendo tracce diverse più o meno evidenti per pascoli erbosi. Senza percorso obbligato ma tenendoci più a sx dell'Alpe S. Bernè abbiamo puntato ad un "gran bunom" sulla dorsale, dove il sentiero si fa più marcato, e raggiunto così l'Alpe Le Giornate. Da qui occorre proseguire a sx come descritto nell'itinerario, le pendenze sono decisamente dolci e aggirando una modesta elevazione sulla quale si trovano dei grandi pietroni simili a menhir, per tracce e qualche ometto si ritorna alla dorsale, poi per pietraia a grossi massi si accede alla vetta.
Giornata soleggiata e senza vento, esageratamente calda per la stagione. Panorami superlativi. Un po' di neve residuo di tormenta nelle zone in ombra sopra l'Alpe Le Giornate.
Finalmente il Gran Bernardè!
Oggi con Roberto che ringrazio per aver proposto questa gita. Un saluto a Tiziana che non ha potuto esserci e a Franco (franco@A), Elio e Anna con i quali avrei dovuto salire a questa punta qualche anno fa, rinunciando all'ultimo per impegni lavorativi.

Gita caricata il 11/11/13

Le foto

Il gran bunom sulla dorsale, sullo sfondo Bessanese e Ciamarella
L'ometto di vetta
Verso Monte Soglio, Angiolino, Vaccarezza, Bellavarda
Le meravigliose Levanne
Uno sguardo all'indietro verso la cima raggiunta
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1140
quota vetta/quota massima (m): 2747
dislivello salita totale (m): 1600