Carro (Colle del) da l'Ecot, traversata al Lago del Serrù

La gita

Giudizio Complessivo :: ** / ***** stelle

Effettuata la traversata in senso inverso a quello descritto, partendo quindi dal Lago Serrù e scendendo al Refuge du Carrò per poi proseguire sino a Bonneval sur Arc. Ancora nevai sul versante italiano da q. 2650 circa, uno di questi piuttosto lungo proprio prima del primo tratto con corde fisse. Il secondo tratto attrezzato è parzialmente coperto da neve ma si passa abbastanza agevolmente a lato del nevaio e poi fra neve e roccia (un po' di attenzione). Sul lato francese la neve residua è poca e non problematica.
La traversata è di per sè interessante per la varietà di ambienti montani che si possono vedere: severo e quasi inaccessibile dalla parte Valle Orco, bucolico e verdeggiante dalla parte Valle dell'Arc. Non ho purtroppo foto che mostrino il sentiero di discesa perchè il meteo è stato davvero inclemente e siamo scesi sotto la pioggia (da cui le due**). Al Refuge du Carrò ottimo trattamento, cena e colazione abbondanti, (buonissimo lo spezzatino di carne, marmellate e pane fatti in casa, genepy della casa come digestivo).
Condivisa la traversata con Giuseppe e Corrado oltre a tutti gli iscritti alla gita del CAP. Con noi fino al Refuge du Carrò anche Franco, Beppe e Stefano che sono tornati per il percorso di andata. La meta della due giorni era l'ambita Levanna Occidentale, oltrechè la traversata, ma il meteo ha deciso diversamente. Appuntamento solo rimandato e in compenso qualche bella chiacchierata su montagne fatte o ancora da fare e qualche sana ghignata prima di addormentarci!

Gita caricata il 02/08/13
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: EE :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 2780
quota vetta/quota massima (m): 3109
dislivello salita totale (m): 329

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale