Resegone - Punta Cermenati da Morterone per la Cresta Nord

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Premetto che non ero mai stato su queste montagne che hanno una vaga somiglianza con le dolomiti, quindi nella descrizione dell'intinerario sarò abbastanza sommario non conoscendo i luoghi - Intinerario contrario da quello descritto, siamo saliti da Versavio con la funivia ai Piani d'Erna, di li seguito il sentiero verso Forbette (fontana) e poi attraverso il lunghissimo traverso in un bel bosco di faggi, abbiamo raggiunto il Passo Giuff (l'intenzione era di fare il sentiero normale per il rifugio Azzoni), ma per un errore di valutazione ad un bivio siamo saliti lungo il sentiero delle creste nord del Resegone, che inizialmente sale ripido tra la bassa vegetazione e roccette sino a raggiungere la cresta che man mano diventa sempre più affilata e a tratti esposta, in alcuni punti della risalita alle varie vette, è necessario aiutarsi con le mani ed altrettando nelle ripidissime ridiscese - Il sentiero segue fedelmente il filo di cresta non facendo traversi sotto le cime, sino a raggiungere la penultima cima prima della vetta del Cemerdale (Resegone), la discesa di questa cima avviene in un ripidissimo canalone con salti di roccia, dove bisogna disarrampicare, una scivolata può dare seri problemi, sino a raggiungere il sentierino a fondo vallone, di qui con un lungo traverso si raggiunge finalmente la sella dove è posto il rifugio Azzoni ed in breve la vetta del Resegone sormontata da una grossa croce metallica - Il panorama deve essere grandioso, per noi purtroppo era limitato dalla nebbia - Breve sosta in vetta - Ritorno finalmente lungo il sentiero normale che ridiscende le pietraie e si inserisce in un bosco di faggi raggiungendo la zona delle fontane e con una risalita il Passo Giuff compiendo un anello - Bellissima gita di soddisfazione in un ambiente diverso dalle ns. montagne del Gran Paradiso - Una gita tra le montagne dei mitici ragni di Lecco noi camosci del Gran Paradiso
Gita in compagnia di una moltitudine di amici del CAI

Gita caricata il 17/06/13
Descrizione completa dell'itinerario