Cime Bianche Sud (Colle delle) da Valtournenche

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

osservazioni :: visto valanghe a pera esistenti

neve (parte superiore gita) :: crosta portante

neve (parte inferiore gita) :: crosta portante

quota neve m :: 1700
Oggi non una gita ma un gitone (un giorno di ferie usato bene), con una giornata splendida sole a volontà, pensare che nel pomeriggio quando qualche nuvola oscurava il sole i compagni di gita dicevano ho finalmente un pò di ombra, buon rigelo notturno e bella neve compattata dai gatti quest'inverno che ha tenuto egregiamente anche al ritorno nonostante il rialzo termico - Pochissimi skialp ed un solo racchettaro, ma molte marmotte stupite al nostro passaggio - Un comprensorio completamente innevato a disposizione le piste sembravano un biliardo con le ultime nevicate ed il rigelo notturno a compattato il tutto in neve primaverile(gita da effettuarsi solo ad impianti chiusi) - Non effettuato intinerario come da descrizione - Siamo partiti appena sopra Valtournanche per la strada di Cheneil, seguendo la striscia di neve della pista, risalito i ripidi pendii per la massima pendenza raggiungendo il comprensorio di Salette già sopra la chiesetta, dove la neve diventa continua e abbondante, a questo punto siamo risaliti nel vallone di destra dove c'è solo una seggiovia, superato l'arrivo della seggiovia per un errore di valutazione ci siamo tenuti troppo alti sulla sinistra rispetto alla pista ed abbiamo dovuto ridiscendere un ripido pendio fortunatamente già scaricato da diverse slavine a pera, raggiunta nuovamente la pista abbiamo risalito questo splendido vallone completamente circondato da cime in un bianco surreale raggiungendo gli ultimi ripidi pendii che portano alla cima Bec Carrè arrivando alla base rocciosa di quest'ultima (foto ricordo), risalito l'ultimo irto canalone siamo finalmente arrivati al colle sud delle Cime Bianche (risalendo questo vallone lo spostamento è notevole) - Dal colle la visuale è magnifica, vicino il Bec Carre, la Roisetta, Cime Bianche, Gobba di Rollin, Grand Murailes ed una parte del gruppo del Rosa - Foto di rito e pausa pranzo - Per il ritorno abbiamo effettuato l'intinerario classico ridiscendendo la pista lungo le due seggiovie che ci hanno riportato alla Salette, compiendo così un lunghissimo giro ad anello - Da qui seguendo il percorso dell'andata siamo ritornati al'auto - Non credo sia l'ultima gita della stagione queste gite primaverili mi intrippano anche se sono più faticose per le condizioni della neve, poi di neve in alto c'è nè ancora veramente tanta
Un saluto ai compagni di gita Sergio e Beppe -Oggi tutti stanchi ma soddisfatti

Gita caricata il 08/05/13

Descrizione completa dell'itinerario