Brusetti (Rocca) da Bossea per Costacalda

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

neve (parte superiore gita) :: fresca (24-48 h) umida

neve (parte inferiore gita) :: fresca (24-48 h) asciutta

note su accesso stradale :: pulita fino a Bossea, alcuni tratti leggermente viscidi

quota neve m :: 500
obiettivo di giornata era il Monte Baussetti, progetto ambizioso considerate le abbondanti nevicate dei giorni precedenti. Confidavamo di trovare gente per dividere la fatica di tracciare, ma Bossea sembrava il deserto del Gobi. Appena calzate le ciaspole dopo il ponticello, al primo passo, si capisce che occorrerà ridimensionare la meta. Dopo un attimo di sconforto per fortuna troviamo la traccia di un trattore che ha raggiunto le frazioni Mondini e Costacalda, perciò "vai dove ti porta il trattore", salendo sulla bella pista (solco in mezzo metro di neve fresca e a volte di più) giungendo a Costacalda, dove ovviamente la traccia finisce.
Occhiata alla mappa, individuiamo la Rocca Brusetti come possibile alternativa, e continuiamo noi l'opera del trattore, battendo traccia su 30-40 cm e mezzo metro nelle zone in ombra dove l'assestamento non è ancora iniziato. Con un buon ritmo tracciamo comunque i 300 m di dislivello fino alle roccette sotto la croce (tra l'altro la cima è molto bella e appariscente, sembra di essere a quote più elevate).
Qui inizia "l'assalto" alla vetta, primo tentativo a destra, ma lo strapiombo sul versante Valcasotto non invita. Poi per via centrale ma i passaggi rocciosi bagnati non ispirano. Così attraversiamo il versante e ci portiamo alla cresta opposta, da qui è fattibile ma ci dobbiamo arrendere alla base della roccia finale, a causa del manto nevoso superiore al metro (il bastoncino scompariva) proprio prima del saltino di rocce.
Comunque soddisfatti di come si è evoluta la gita, partiti con cielo coperto e poco freddo (-2) salendo il cielo si è rasserenato con temperature molto piacevoli in cima.
Oggi in compagnia di Maury e Mary, solo noi nel circondario, oltre ad una famigliola di cerbiatti affaticati nella neve profonda.
Per chi volesse...la traccia ora c'è!

Gita caricata il 27/01/13

Descrizione completa dell'itinerario