Saron (Mont) da Bruson

La gita

Sciabilità :: *** / ***** stelle

osservazioni :: nulla di rilevante

attrezzatura :: scialpinistica

Partenza dal parcheggio di Bruson sui prati soprastanti con poche chiazze di neve gelata e, appena sorto il sole, una temperatura che comincia a salire. Togliamo gli sci una volta per attraversare la poderale poi neve continua fino in cima su buona traccia già esistente. Si sale bene su pendenza regolare che si fa più sostenuta avvicinandosi alla vetta con qualche fastidiosa placca di crosta dura. Ultimi 50 metri su poca neve dura con sassi che affiorano, forse è meglio lasciare gli sci e salire alla croce a piedi. Vista l’esposizione a sud in pieno sole tutto il giorno e le temperature dei giorni scorsi non ci aspettiamo di certo la polvere, comunque meno peggio di quello che si pensava. Discesa sul bel pendio soleggiato a sud, su neve molle e un po’ faticosa ma ben sciabile in alto poi nel tratto di bosco si trova di tutto, tratti di polvere appesantita, neve bagnata, neve gessosa che frena e negli ultimi pendii in basso neve ormai trasformata.. Ce n’è per tutti i gusti. Togliamo gli sci un paio di volte ma riusciamo con un po’ di attenzione a tornare alla macchina senza camminare.
Bella giornata sci alpinistica con Monica.

Gita caricata il 03/01/13

Le foto

Il Saron da sotto
Ultimi passi
In vetta
curve
Descrizione completa dell'itinerario