Lera (Monte) da Givoletto per il Monte Castello e Madonna della Neve, possibile anello

La gita

Giudizio Complessivo :: *** / ***** stelle

Partito direttamente dal centro di Givoletto, salendo per i piloni votivi fino al santuario di Maria Ausiliatrice. Da qui trovato la strada tagliafuoco che sale a moderata pendenza, fino ad incontrare il sentiero che sale dalle ultime case di Givoletto. Qui la salita si molto ripida e redditizia, un po' insidiosa per l'erba scivolosa presente. Raggiunta la cappella Madonna delle Nevi, ci si potrebbe anche fermare qui, perchè la restante salita è un esercizio di ravanamento tra fitta vegetazione, erba scivolosa, pietre scivolose con una spolverata di neve, rami scivolosi. Il sentiero è comunque ben segnato con tacche di vernice, fino all'anticima, dove è presente un malridotto quaderno di vetta. Ci si potrebbe fermare qui, e invece ho continuato fino alla cima, poco distante ma servirebbe una motosega. Per chi volesse arrivare al cumulo di pietre sommitali, metta in preventivo di uscire duramente provato dalla boschina.
In discesa, ritornato alla cappella, ho seguito la lunga e panoramica cresta verso i tre grossi tralicci, che implica una breve risalita ad un cucuzzolo, seguita poi da una lunga e ripida discesa, fino a Madonna delle Grazie, e quindi a Givoletto.
Temperatura gradevole ma con folate di aria gelida. Umani sul percorso: zero.

Gita caricata il 09/12/12
Descrizione completa dell'itinerario