Crète Sèche (Rifugio) da Ruz

La gita

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

L'intenzione era di fare prevalentemente una ciaspolata ma l'esposizione a Sud con neve scarsa fino ai 2400 metri mi ha sconvolto i piani e ne è scaturita una bellissima gita mista, 2/3 escursionistica ed un terzo con racchette da neve.
Ho raggiunto prima il rifugio Crete Sèche col sentiero n. 2 totalmente esente da neve,ho quindi proseguito per traccia parzialmente invisibile l'alpe Chardonney (ruderi)nella comba di Vertsan,messe le ciaspole ho continuato fino a quota 2900 sotto il colle omonimo, qui mi sono fermato per sfondamento della neve data l'ora tarda ed il caldo quasi estivo di oggi.Discesa col sentiero n.4, dove visibile, fino all'alpe Berriè chiudendo un anello ,rientro a Ru per la via di salita.
Il percorso cosi modificato comporta un lungo spostamento ed un dislivello che sale ad oltre 1200 metri.

Gita in solitudine per sfruttare la bellissima giornata (ultima della settimana),tutto il percorso fatto al sole in maglietta microfibra,assenza totale di vento e caldo anomalo per la stagione.
Avvistato i soliti camosci,l'ambiente nel vallone di Vertsan non lo conoscevo,è veramente interessante specie in prospettiva dello sci alpinismo,speriamo nevichi presto....

Gita caricata il 09/11/12

Le foto

l'arrivo all'alpe Berriè,la neve nonsi vede....
il percorso ad anello che tocca il rifugio, l'alpe Chardonney nel vallone di Vertsan ed il colle omonimo,l'alpe Berriè...
verso l'alpe Chardonney mettendo le ciaspole...
sotto il Colle Vertsan dove ho raggiunto quota 2900...
panorama verso la Grivola dalla mia posizione....
Descrizione completa dell'itinerario