Lera (Monte) e Punta Sulè da Malciaussia, anello di cresta

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Con Bruna decidiamo di spendere il ferragosto su questa traversatona dal gusto di altri tempi. Arriviamo a Malciaussia trasformata in accampamento di berberi mentre i preparativi per molteplici braciolate infuriano. In fretta ci leviamo di mezzo e risaliamo agevolmente sino al bivio, prima di col Spiol. La traccia verso la Lera è ben segnata da numerosi ometti, mentre i bolli rossi di fanno, con gli anni, sempre più rari. Le nuvole non ci danno tregua e presto ci avvolgono nel tipico ambiente estivo 'lanzese-canavesano'. Giunti in vetta alla punta Orientale decidiamo di traversare; agevolmente percorriamo la divertente cresta che offre passaggini divertenti e a volte esposti, ma facili, soprattutto verso il termine. Con ritmo blando giungiamo così sino a Punta Sulè dalla quale divalliamo per la traccia ben marcata da ometti che riporta prima verso ovest e poi con anello verso sud sin nella parte bassa dell'itinerario della Lera. Da qui velocemente al bivio e poi finalmente al Lago dove le nebbie si diradano per lasciarci intravedere i rituali ferragostani ancora in corso.
Bel giro. Consigliabile.

Gita caricata il 16/08/12
Descrizione completa dell'itinerario

Caratteristiche itinerario

difficoltà: PD :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1805
quota vetta (m): 3387
dislivello complessivo (m): 1700

Novità! I preferiti

Aggiungete con un clic sul cuoricino bianco l'itinerario ai vostri preferiti. Li ritroverete tutti nella vostra pagina personale