Mongioie (Monte) Parete NE, via diretta Biancardi

La gita

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle

Gita decisamente bella, itinerario logico ed interessante in ottime condizioni. Partiti da Viozene verso le 7, ancora con il buio, in breve si raggiunge il rifugio Mongioie. Ottimo sentiero per il colle in totale assenza di neve fino ai piani poco sotto il passo. Poi neve continua, dura che ci ha obbligato ai ramponi per non faticare troppo. Dal colle con opportuno taglio evitando di perdere troppa quota (circa 50 metri) si raggiunge in pochi minuti il colatoio del canale. Il primo canale non supera i 40 gradi tranne gli ultimi metri sotto gli strapiombi dove si impenna un po'. Tutto su ottima neve e buone peste. Con percorso evidente verso sinistra si e' subito alla prima strozzatura seguita dal traverso expo (spit con fettuccia arancione) che attualmente e' banale. Si aprono cosi' i pendii superiori, primi metri abbattuti poi via via piu' ripidi su ottima neve dura (senza mai superare i 50 gradi) fino alla seconda strozzatura del masso incastrato. Corto passaggio non difficile ma un po' piu' rognoso del primo ed in breve si esce sulla forcella (muretto a secco) a pochi metri dall'enorme statua e a cinque minuti dalla croce della vera vetta. Discesa veloce per l'ottimo pendio nevoso. Grande affluenza (8 persone) sulla via e molte altre dalle normali. In discesa temperatura quasi estiva, fastidiosa. Itinerario in super-condizioni.

Gita caricata il 23/01/12

Le foto

Ingresso nel canale
Traverso per raggiunge l'attacco
Traverso a sx dopo la prima strozzatura
Descrizione completa dell'itinerario