Difficoltà a caso

Purtroppo non sono sempre rose e fiori!
Bha non capisco a volte come vengono assegnati i gradi di difficoltà (nel caso specifico) delle ferrate.
Giusto questa Domenica sono andato a fare la De Franco Silvano che qua è valutata PD, su altri AD, su altri ancora F, su altri diciamo più specializzati sulle ferrate D... nella maggior parte comunque PD, avendone fatte un pò di ferrate questa non è una PD avendo diversi tratti da trazionare sulla catena, senza pioli o gradini (che la rendono comunque più divertente) e roccia un pò unta, piuttosto verticale e in alcuni tratti che butta un pò fuori, quando, la ferrata dell'Infernone è anch'essa PD è totalmente orizzontale, completamente predisposta di pioli e gradini, senza alcun pericolo oggettivo tranne un paio di ponti tibetani. Bella, bellissima e molto divertente ma non PD.
La non omogeneità dell'attribuzione della difficoltà è dovuta a una serie di fattori tra cui per citarne solo alcuni, l'esistenza di due tipologie di ferrate (francesi e dolomitiche) e l'utilizzo di scale di valutazione non omogenee fra di loro. Il tutto senza dimenticare che sulle ferrate si avventurano sia escursionisti con scarsa conoscenze di arrampicata sia alpinisti esperti, con conseguente diversa percezione della difficoltà (a questo proposito ricordo che anni fa un gulliveriano dal notevolissimo curriculum gradò la ferrata di Mori, all'epoca una delle più difficili d'Italia, come AD :o :o :oops: )
Tornando al caso specifico, a mio giudizio la De Franco è AD+; a contribuire a creare confusione in questo caso c'è ache il fatto che nella vecchia configurazione pare che la ferrata fosse più facile, il che giustificherebbe i PD che talvolta si trovano associati a questo percorso che, come hai sperimentato, NON è adatto ai principianti.

Ciao
La non omogeneità dell'attribuzione della difficoltà è dovuta a una serie di fattori tra cui per citarne solo alcuni, l'esistenza di due tipologie di vie di arrampicata (francesi e dolomitiche) e l'utilizzo di scale di valutazione non omogenee fra di loro. Il tutto senza dimenticare che sulle vie di arrampicata si avventurano sia ferratisti con scarsa conoscenze di arrampicata sia arrampicatori esperti, con conseguente diversa percezione della difficoltà (a questo proposito ricordo che anni fa un gulliveriano dal notevolissimo curriculum gradò la via Cassin al Medale, all'epoca una delle più difficili d'Italia, come AD :o :o :oops: )
Tornando al caso specifico, a mio giudizio la De Franco è PD+; a contribuire a creare confusione in questo caso c'è ache il fatto che con la vecchia attrezzatura pare che il sentiero fosse più facile, il che giustificherebbe i PD che talvolta si trovano associati a questo percorso che, come hai sperimentato, NON è adatto agli escursionisti.


OMNIA MUNDA MUNDIS
Si boh...un pò penso di averne fatte la valutazione è in genere basata su esposzione, lunghezza, tratti più o meno esposti, passi chiave atletici, tipo di roccia, se è attrezzata o meno da gradini, distanza tra un fittone e l'altro, ecc fino ad ora quelle fatte mi sembravano piuttosto coerenti tra loro. Certo andando con un neofita totale che è la prima volta che mette gli scarponi e gli fai fare una ferrata imbarazzamente facile e gli chiedi la valutazione ti risponderà che è molto impegnativa. La valutazione dev'essere oggettiva il più possibile non gonfiata più o meno in base a valutazioni soggettive. Ho trovato molta più coerenza sulle vie di roccia o falesia.
Comunque concordo con Giuliano anche per me la DeFranco Silvano è un'AD.
P.S. Divertente trovare le differenze tra l'originale Giuliano e Ospite.
In totale ci sono 2 utenti connessi :: 0 registrati, 0 nascosti e 2 ospiti (basato sugli utenti attivi negli ultimi 5 minuti)
Record di utenti connessi: 87 registrato il dom 29 apr 2018, 20:48

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti