Gulliver si è socializzato?

Problemi da segnalare? Non sono sempre rose e fiori!
mario-mont
Messaggi: 786
Iscritto il: mar 13 mag 2008, 10:23

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da mario-mont »

dinoru ha scritto:
mer 17 ago 2022, 19:36
Che poi ci sia qualcuno che scrive a volte anche i tempi...tipo io... è per evitare di riscrivere il tutto da un altra parte...
Secondo me, non è un sistema molto valido. Il giorno che Giolitti decide di chiudere bottega, tu rimani senza nulla in mano!

alkurtz
Messaggi: 1545
Iscritto il: gio 26 nov 2009, 16:04

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da alkurtz »

mario-mont ha scritto:
dom 21 ago 2022, 21:44
Secondo me, non è un sistema molto valido. Il giorno che Giolitti decide di chiudere bottega, tu rimani senza nulla in mano!
Obiezione:
vista la dimensione autoreferenziale della nostra disciplina qualcosa in mano ci resta sempre.
Se un uomo non è disponibile a correre qualche rischio per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla o è lui che non vale nulla. (E. Pound)

giagio
Messaggi: 961
Iscritto il: ven 13 giu 2008, 13:14
Località: Tahiti - Taharuu beach

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da giagio »

Giustamente alkurz cita l'autoreferenzialitá, infatti 3/4 dei pirlazzi di cui sopra deve sempre dichiarare la propria superiorità a quello che ha fatto o cerca una scusa se si è tenuto sotto il livello che ritiene di avere, es. Oggi avevo poco tempo, avevo dormito male, salita propedeutica, ero con mia moglie, il mio socio è alle prime armi...
E dite la salita che avete fatto punto e basta a chiccazzo pensate possa interessare il vostro livello di emeriti sconosciuti. Lasciamo perdere poi gli sborroni del 7c che si passa bene...( chi lo passa bene in genere non ha bisogno di dirlo)

alkurtz
Messaggi: 1545
Iscritto il: gio 26 nov 2009, 16:04

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da alkurtz »

Secoli fa un argomento simile era stato affrontato nel post:

Miss e Mister Gulliver

Presto sarà aperto il concorso Miss E Mister Gulliver 2015.

Per partecipare è indispensabile mettere i tempi di tutte le gite che fate
è vietato sottrarre dai tempi gobali:
i tempi delle soste per le foto di paesaggi inutili
i tempi delle soste per le foto ai compagni di merenda
i tempi delle soste alle soste

il premio consisterà in una clessidra da polso della suunto
Se un uomo non è disponibile a correre qualche rischio per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla o è lui che non vale nulla. (E. Pound)

dinoru
Messaggi: 169
Iscritto il: lun 23 giu 2008, 9:12

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da dinoru »

alkurtz ha scritto:
mer 24 ago 2022, 10:40
Obiezione:
vista la dimensione autoreferenziale della nostra disciplina qualcosa in mano ci resta sempre.
Certamente che è autoreferenziale, tutte le informazioni date di quello che si è fatto è autoreferenziale. Ma non solo su gulliver ma anche su tutti gli altri social esistenti funziona così. Bisognerebbe che la gente che scrive sapesse meglio a cosa serve gulliver, quindi dovrebbe imparare a separare i commenti personali dalle informazioni tecniche... ma siamo sicuri che ho ragione io e non quello che scrive solo cose ridicole?

alkurtz
Messaggi: 1545
Iscritto il: gio 26 nov 2009, 16:04

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da alkurtz »

dinoru ha scritto:
sab 27 ago 2022, 20:05
ma siamo sicuri che ho ragione io e non quello che scrive solo cose ridicole?
Quello dell'outdoor, dalla sua invenzione ad oggi, è sempre stato il mondo dello svago: prima per quei pochi nobili che se lo potevano permettere - vedere chi erano i fondatori del mitico CAI - oggi per la massa.
A nessuno piace essere massa o confendersi con essa - pensate ai sacerdoti della setta di "Mountain Wilderness" che vorrebbero essere gli unici a officiare il rito dell'alpinismo.
Però a gradi diversi ognuno di noi ne fa parte: fare salite affollate, leggere i commenti massa degli altri, altri che non hanno ne ragione ne torto. Gulliver offre diverse possibilità: è un diario personale, una vetrina di vanità, un database di salite, si scoprono cose nuove, si incontrano vecchi amici o persone curiose, cafoni tipo popenantoio, nevrotici come caio65, insomma lo spettro dei tipi possibili, si fanno quattro chiacchere su una delle attività più inutili del cosmo
Se un uomo non è disponibile a correre qualche rischio per le proprie idee, o le sue idee non valgono nulla o è lui che non vale nulla. (E. Pound)

giagio
Messaggi: 961
Iscritto il: ven 13 giu 2008, 13:14
Località: Tahiti - Taharuu beach

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da giagio »

Alkurtz stranamente diplomatico, sarà effetto dei social? Del cambio climatico, della globalizzazione o semplicemente della vecchiaia? :lol:

Mastroteo
Messaggi: 11
Iscritto il: mar 17 set 2019, 14:55

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da Mastroteo »

Gentile Giagio,
Egregio Alkurz,
Chiedo scusa se ho urtato la Vostra sensibilità. Ho già provveduto a modificare la gita in questione aggiungendo alcune note,anche se dopo 240 gite sullo stesso itinerario mi sembravano superflue.
Purtroppo ho pochi esempi su come Voi relazioniate le Vostre gite ma non voglio dilungarmi su chi và e chi non và in montagna. La questione è questa: ho postato una relazione deplorevole.
Anche io mi trovo d'accordo con Dinoru (che stimo e saluto),dopo molti, forse troppi, anni di attività riesco a redigere un diario delle mie salite,un ricordo... purtroppo la memoria è il secondo problema legato all'età.
Francamente non credevo che qualcun altro fosse così interessato alle mie gite.
Io prendo spunto da Gulliver!
Magari una cascata,se è stata salita quella.. può darsi che sia formata anche quell'altra.
Oppure una gita con gli sci,se qualcuno scrive che è salito da quel versante.. può darsi che si possa sciare anche lì accanto.
Tutto qua.
Aggiungo ancora che,per esperienza, l'ultima decisione su dove andare a rischiare la vita,la prendo sul posto. Se va bene,salgo. Se non mi và, non salgo.
Ammetto che,come la mia "incriminata",mi capita di leggere commenti inutili, descrizioni carenti,tempistiche invidiabili, difficoltà esagerate...ma ci faccio una risata e passo oltre. Negli anni ho imparato a ricercare gli autori più affidabili(e non ho la presunzione di essere uno di loro!) o probabilmente quelli a cui il mio modo di scalare è più simile,per itinerario, difficoltà, curiosità... così,se voglio andare in un posto che non conosco,lo cerco e guardo se questo o quell'autore ha già fatto la gita dimodoché possa avere un'idea (realistica) di ciò che potrei trovare.
Tenendo però sempre conto di quando è stata fatta la gita e quando ci andrò io! A meno che non si tratti di un itinerario mutevole(cascate,ghiacciai, sci-alpinismo) una cresta...rimane una cresta!!!

Umilmente
Mastroteo.

P.S. I calzini erano puliti. :D :lol:

giagio
Messaggi: 961
Iscritto il: ven 13 giu 2008, 13:14
Località: Tahiti - Taharuu beach

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da giagio »

Caro mastroteo non è necessario pubblicare centinaia di gite per cogliere il fatto che certe notizie le puoi dire agli amici ma su un database come gulliver sono stucchevoli. Io pubblico più o meno il 20% di quello che faccio qualora mi sembri utile dare una notizia il diario personale me lo faccio sul mio computer. Io non voglio insegnare niente a nessuno infatti ho pubblicato un esempio di come intenderei sensato un post (e non è mio).

giagio
Messaggi: 961
Iscritto il: ven 13 giu 2008, 13:14
Località: Tahiti - Taharuu beach

Re: Gulliver si è socializzato?

Messaggio da giagio »

gulliver si è socializzato? No! Si è rincoglionizzato :lol: :lol: visto che c'è gente che pubblica traccia gps per andare in una falesia il cui avvicinamento è di 30 min. su sentiero strasegnato. Siamo proprio alla frutta :roll: :o :lol:

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: renato trevisiol e 4 ospiti