Pagina 1 di 1

La serietà degli impiantisti valdostani

Inviato: dom 28 giu 2020, 19:43
da PaoloEffe
All'ombra della Grande Becca gli impianti sono fermi da sabato pomeriggio ma tutto tace, 100 coglioni stanno un paio d'ore in coda ad ascoltare una voce registrata che dice che "tra poco apriranno", alle 20 di domenica sulle pagine ufficiali neanche l'ombra di una scusa, una spiegazione... Tenetevi i vostri Ski Paradise, torno a ravanare nelle mie Alpi Marittime che ci sto meglio...

Re: La serietà degli impiantisti valdostani

Inviato: dom 28 giu 2020, 20:45
da vik
Da sempre il servizio a Cervinia è pessimo, sono sempre in ritardo...prendi il primo troncone, scendi e ti tocca aspettare altri 5-10min il troncone successivo perchè ancora chiuso...non gliene frega un ca**o...anzi gli frega solo di essere puntuali all'orario di chiusura

Mi spiace per quanto successo Paolo...scandaloso...

Re: La serietà degli impiantisti valdostani

Inviato: lun 29 giu 2020, 13:09
da WanMurk
Da anni sostengo che al Piemonte non manca nulla in termini di professionalità, accoglienza, disponibilità per offrire alle persone una vacanza o una gita goduriosa! Non ci saranno le alte quote, ma con pizzico di buona volontà si potranno trovare tutti i giorni posti spettacolari dove vivere acora una sana montagna. Smettiamo di andare in Valle e godiamoci il Piemonte. Riccardo

Re: La serietà degli impiantisti valdostani

Inviato: lun 29 giu 2020, 13:45
da Mastroteo
Concordo pienamente, Riccardo.
Fin da quando si erano appena aperti i confini entro regione,ne ho approfittato per visitare valli generalmente considerate "viaggioni",ho comprato le guide delle falesie e ho ammesso quanto poco conoscessi i monti. Quelli che non avevo mai visto. Quelli che non riempiono solo la bocca. Dalla Val d'Ossola alla Val Grana abbiamo un territorio meraviglioso.

Re: La serietà degli impiantisti valdostani

Inviato: lun 29 giu 2020, 15:50
da PaoloEffe
In linea di massima sono d'accordo con voi, oltretutto il gasolio e l'autostrada non me li regala nessuno... Il 90% delle gite le faccio a sud del Monviso, amo le vallate più disperate e solitarie (non si quanti su Gulliver abbiano scalato in val Corsaglia), ma 5 o 6 volte l'anno ho piacere di uscire dal mio giardino e vedere cosa offre il resto del mondo, credo di averne diritto 😉

Re: La serietà degli impiantisti valdostani

Inviato: lun 29 giu 2020, 15:52
da PaoloEffe
Eh Vik..... Gli interessano solo l'orario di chiusura e i 50€ del biglietto mi sa...