rocri76


Chi sono

ciao sono Romina, mi piacciono gli sport all'aria aperta, faccio bicicletta, escursioni in montagna e sci di fondo .

Le mie gite su gulliver

Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle

Gita molto bella e panoramica in compagnia di Cri e Anna . Nulla da dire sul percorso come già descritto nelle precedenti descrizioni. La lunghezza del percorso da Chenoux alla punta sono circa 5 km, se si vuole al ritorno si può effettuare un giro ad anello scendendo dal colle Marmottin fino sopra le baite Luseney c'è un bivio che poi risale per poi arrivare alle baite Berriè e riprendere il sentiero numero 4 che arriva al B&B e ritorna di nuovo al punto di partenza ( sentiero numero 5).

quasi al colle Marmottin

in cima come sfondo la diga di place Moulin

In punta e sullo sfondo la Tour de la Tza
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Oggi giornata bella in compagnia di Sonia e il magnifico cane Killian...Solo da aggiungere che bisogna fare attenzione dopo la Tsa de Flassin si procede per il numero 7 che va verso il colle Flassin per poi abbandonarlo ad un certo punto quando si attraversa il torrentello e ci ci sono le indicazioni per il colle Flassin con indicazione 7/ 7c (vedi foto) qui non bisogna attraversare il ruscello e bisogna proseguire alla sua destra per poi ritrovare dei flebili bolli gialli qua e là.


punto strategico dove bisogna stare alla destra del ruscello e non proseguire per il sentiero 7/7c

in cima verso il ritorno
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita in solitaria per arrivare al colle di Vamea. Giornata molto bella in piacevole compagnia. Incontrato solo un signore che scendeva dal colle di Vessona.

salendo nel vallone dopo la Tsa prima di arrivare al colle

prima dell'arrivo all'evidente colle

il colle

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Nulla da aggiungere a quanto detto nelle relazioni precedenti, per quanto riguarda i troppi scalini monotoni direi... Il terzo settore infatti è quello più bello perchè su cresta divertente senza mai essere difficile. L' inizio della discesa dopo il ripetitore se bagnato molto ripido ma per fortuna ci sono dei cavi per tenersi.
Oggi peccato giornata nuvolosa e con un lieve nevischio in cima. Sempre in buona compagnia di Cri e Andrea. Abbiamo trovato un gruppo di 3 persone e 2 uomini di Bari che hanno faticato a percorrerla forse per lo sviluppo lungo, per fortuna sono arrivati in tempo alla macchina prima del buio.

L'ultimo settore in cresta

primo settore
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita con sviluppo di circa 21 km con quasi 1500 di dislivello molto bella e appagante come paesaggio sui ghiacciai ormai molto ritirati. Oggi tanta gente sia da Thumel che dal Bezzi molti si sono fermati al Colle. Due francesi anche arrivati in cima partendo dalla val d'Isère. Sempre in compagni con cri e Andrea.

Arrivando in cima
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita bella con panorama bellissimo in compagnia . Trovato Laura59 al colle che hanno rinunciato . Il tempo della ferrata è stato di circa 1 ora e 30 andando tranquille, è lunga circa 1 km , direi molto aerea ma su roccia molto sicura. Scese dal sentiero che scende dal col Gelè , molto ripido . Il tempo ci ha assistito , le nuvole sono rimaste sempre lontane.

circa a metà della cresta

vista della cresta completa
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Gita veramente bella e appagante per chi ama la solitudine e spazi selvaggi.
Noi siamo passati dall'alpe Pera Piccola a 2233m. Piccola nota , passato l'alpeggio , quando si inizia la salita , in questo periodo con erba alta e il terreno pieno di buche il sentiero inesistente e qualche sporadico ometto si fa un po' più di fatica a salire e scendere. Arrivati alla base della cima noi abbiamo seguito la traccia gps di rfausone anche se in realtà in discesa abbiamo preferito farne un'altra ,la quale secondo noi migliore . In realtà era segnata da qualche ometto sporadico ma difficili da individuare . Secondo noi per una salita migliore bisogna tenersi più a destra, lungo la cresta che delimita a est il "canalone" di salita. Nella foto allegata, in rosso, la traccia GPS scaricabile da Gulliver, in blu quella da noi seguita in discesa e che consigliamo anche in salita.
Incontrati 3 escursionisti saliti da Issime .
Un grazie della compagnia a Andrea Cristina.

foto con i due percorsi

in cima

passaggio in disarampicata per arrivare in punta , facile con molti appoggi
Giudizio Complessivo :: ***** / ***** stelle
Una bella Gita ,peccato per il vento che fortunatamente in cresta ci ha lasciato. Gita molto panoramica lunga 26 km con 2000 metri di dislivello. Un grazie alla compagnia Cristina e Andrea

Cresta finale

Tratto finale prima di arrivare al colle Cornet

Croce di Fana
Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Giornata un po' velata ma calda .Percorso bello come la compagnia di Cri e Andrea che mi hanno aiutato a salire e scendere da questa ferrata. Saliti da Peteurey dopo i primi tratti di salita attrezzata vi è in punto prima della scala un difficoltoso per chi come me a poca forza nelle braccia perché di recente vi è stato un crollo e non vi sono molto appigli nel salire il primo tratto di questo canalino. Per il resto tutto abbastanza facile , solo al ritorno l'ultimo pezzo un po'aereo per disarrampicare (utile una mezza corda per sicurezza se si ha paura).

la prima scala

tratto un po delicato...

ultimo pezzo un po' aereo

[visualizza gita completa]

Giudizio Complessivo :: **** / ***** stelle
Gita di breve durata per chi ha poco tempo. Compagnia piacevole di Manu, incontrato solo una persona in punta

partenza della gita

quasi in vetta

Non puoi contattare gli altri gulliveriani se non sei un utente registrato. Vai alla pagina di registrazione .

Tutte le sue gite

  • Piccolo Monte Bianco o Petit Mont Blanc da La Visaille (07/10/17)
    Saron (Mont) da Bruson (27/09/17)
    Saint Barthélemy (Colle di) da Fonteil, traversata a Oyace (10/09/17)
    Bassac Nord (Colle) da Thumel (02/09/17)
    Emilius (Monte) da Pila per il Rifugio Arbolle (29/08/17)
    Crosatie (Punta e Col de la) da Planaval (25/08/17)
    Tsa (Mont de la) e Punta Chaligne da Buthier (19/08/17)
    Marmagna (Monte) dal Passo dell'Aquila, per il Monte Aquilotto, il Monte Marmagna, la Sella del Braiola, anello (16/08/17)
    Fallère (Mont) da Thouraz per il Lago Fallère (09/08/17)
    Rossa della Grivola (Punta) da Valnontey per il Colle della Rossa (04/08/17)
    Pian Fret (Testa di) da Pian Clavalité (29/07/17)
    Vert (Col) da Barmes, anello per Salè e Avieil (12/11/16)
    Comagna (Testa di) da Eresaz, anello (29/10/16)
    Aver (Becca d') e Cima Longhede da Chantornè, anello per Col d'Aver e Col Fenètre (29/10/16)
    Roisan (Becca di) da Blavy (21/10/16)
    Leissè o Leysser (Punta) da Vetan (15/10/16)
    Tsa (Mont de la) da Chenaux (28/09/16)
    Cordella (Testa) da Prè Neuf (25/09/16)
    Vamea (Colle di) da Oyace, anello dal vallone di Verdona alla comba di Vessona (22/09/16)
    Aouille (Becca dell') Ferrata Bethaz-Bovard (17/09/16)
    Traversiére (Becca della) da Thumel per il Colle Bassac Déré (03/09/16)
    Oyace (Colle) Ferrata Crète Seche (15/08/16)
    Nery (Mont) da Challand Saint Anselme (11/08/16)
    Fana (Croce di) dal Castello di Quart per il Col Cornet (24/04/16)
    Borelli - Pivano (Rifugio, Ferrata del) da Peuterey (14/11/15)
    Saron (Mont) da Doues (06/11/15)