Pietraborga (Monte) da Sangano

difficoltà: E :: [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 335
quota vetta/quota massima (m): 926
dislivello salita totale (m): 610

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 100% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: andrea72
ultima revisione: 19/07/09

località partenza: Sangano (Sangano , TO )

cartografia: IGC n°17 - Torino, Pinerolo e Bassa Val di Susa

note tecniche:
Alcuni dati più precisi dove lasciare l'auto e come arrivare in cima:

-la chiesetta di San Sebastiano è in fondo a via Bonino che è la via che interseca la s.s. 589 in centro a Sangano al semaforo, a sx se si proviene da Piossasco a dx se si proviene da Trana. Giunti in fondo a via Bonino vi è una rotonda sulla quale si affaccia la chiesetta di San Sebastiano, seguire l'uscita per Comunità Colibrì, la strada sale e dopo pochi metri è sbarrata, si transita solo dal lunedì al venerdì. Conviene però lasciare l'auto a questo punto dove c'è uno slargo ed un Bed and Breakfast. Subito dopo la sbarra sulla dx vi è segnalato il sentiero per Prese di Sangano, Pietra Borga, San Giuseppe, Santa Barbara. Imboccarlo dopo pochi minuti si incontra l'indicazione Sentiero De Vitis da questo punto seguire segnavia gialli e rossi ed i cartelli Prese di Sangano.

Altra precisazione per trovare il sentiero della dorsale che da Prese di Sangano porta in cima:

-in prossimità di Prese di Sangano il sentiero termine in una strada sterrata, proseguire diritto (e non salire a dx) sino ad entrare nella borgata, scendendo fare attenzione ai segnavia su due castagni per imboccare nuovamente il sentiero verso Sangano.
adesso abbiamo due possibilità o:
1)seguire la strada sterrata sempre dritto che ci fa attraversare completamente la borgata e superata ci conduce ad un ripetitore telefonico da dove girando a dx continua sulla dorsale e dopo aver raggiunto il sito megalitico in pochi minuti ci conduce in vetta;

oppure:

2)seguire la strada sterrata dopo le prime case sulla dx si incrocia altra strada sterrata imboccarla dopo pochi minuti essa termina nei pressi di un sambuco le cui foglie toccano il terreno, oltre il sambuco si intravede un sentiero che in pochi minuti ci riconduce sulla strada sterrata della dorsale da qui in pochi minuti si raggiunge il sito e dopo la vetta, si risparmiano una ventina di minuti, attenzione a scendere per imboccare il sentiero a sx su un frassino vi è un grosso e ben visibile bollo di vernice rossa.

grazie ciao e tutti

descrizione itinerario:
Dalla S.S. 589 in corrispondenza di Sangano, si svolta sulla strada che porta a San Sebastiano dove si posteggia.
Ci si incammina sulla ripida strada asfaltata che sale a dx, ben presto chiusa da una sbarra, e subito dopo si prende un sentiero sulla dx che permette di ricongiungersi alla strada tagliando il tornante.
Sulla dx (segnalazioni) parte il sentiero "Sergio De Vitis", contrassegnato da tacche gialle, che senza possibilità di errore, sale a pendenza regolare nel bosco e raggiunge la borgata Prese di Sangano.
Sempre seguendo i segni gialli, si svolta a dx e si raggiunge la dorsale. Una traccia pianeggiante si porta sotto alle rocce della sommità del monte Pietraborga e in pochi passi si tocca la croce di vetta. Discesa per il percorso di salita.