Leone (Pizzo) da Ronco

tipo itinerario: su dorsale
difficoltà: MR   [scala difficoltà]
esposizione: Sud-Est
quota partenza (m): 1100
quota vetta/quota massima (m): 1659
dislivello totale (m): 600

copertura rete mobile
altri : 80% di copertura

contributors: giuliano
ultima revisione: 23/03/10

località partenza: Strada dei Monti di Ronco (Ronco sopra Ascona , Locarno )

accesso:
Autostrada Gravellona Toce, uscita Verbania. Costeggiare il lago fino a Cannobio e proseguire verso il confine svizzero. Oltrepassata la dogana di Brissago, dal successivo paese di Porto Ronco si sale a Ronco sopra Ascona. Da qui si segue la strada per Ascona fino alla deviazione per "Monti di Ronco". La strada da Gruppaldo ai Monti di Ronco è percorribile anche d'inverno, sempre fino alla biforcazione per Calzo (ca. 800 m), ma generalmente fino alla barriera della Casa forestale (ca. 1110 m), sopra Porera.

note tecniche:
Una delle gite più panoramiche nella zona del Lago Maggiore.

descrizione itinerario:
Dalla Casa forestale, seguire la strada fino a Pozzuolo, dove a destra si imbocca il sentiero che porta a una piccola cappella. Su questa via per la cappella si gira attorno ad una collina; più in alto, alla Corona dei Pinci, si attraversa la nuova strada forestale e si raggiunge l'Alpe di Naccio (1395 m) seguendo la cresta in parte boscosa.
Si sale l'ampio pendio che si restringe in una cresta e conduce all'anticima (1596 m) del Pizzo Leone, si prosegue su e giù lungo la parzialmente stretta e sassosa cresta di congiunzione (attenzione alle buche!) fino ad un tratto pianeggiante (ca. 1600 m) nel versante sud-est disseminato di rocce del Pizzo Leone. Salita ripida, eventualmente senza racchette, fino alla croce (1659 m) e al libro della vetta.
Sembra sia possibile raggiungere la cima anche da est o da sud, ma le condizioni sono più alpine ed esposte di come appaiono sulla carta.
Si scende seguendo il medesimo percorso.