Saccarello (Monte) e Monte Frontè anello da Monesi

difficoltà: E   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1360
quota vetta/quota massima (m): 2200
dislivello salita totale (m): 1100

copertura rete mobile
wind : 80% di copertura
vodafone : 52% di copertura
tim : 74% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: guest111 giada
ultima revisione: 21/10/08

località partenza: Monesi di Triora (Triora , IM )

punti appoggio: Rifugio Sanremo 2078 m

cartografia: IGC 1:50000 n.8 Alpi Marittime e Liguri

descrizione itinerario:
Da Monesi di Triora si prende la rotabile per Limone Piemonte, seguendola fino ad un bivio ove si stacca a sinistra una strada sterrata. A quota 1750 circa diventa sentiero che si segue fino all'evidente Passo Garlenda (2020m).
Di qui si prosegue a sinistra per 30' circa fino a giungere sulla cima del Monte Frontè (2183 m).
Si ritorna al passo Garlenda e si segue la rotabile (o la cresta) toccando prima il rifugio Sanremo, poi la statua del Redentore e infine la vetta del Saccarello (sono circa 4km in saliscendi dalla cima del Frontè)
La discesa si può effettuare seguendo la rotabile dalla vetta del Saccarello fino a Monesi. Il giro così compiuto è di circa 20km (qualcosa meno se si tagliano i tornanti della rotabile scendendo per prati)

altre annotazioni:
Sulla cima orientale del Saccarello è stata inaugurata l'8 settembre 1902 una grande statua di ghisa raffigurante Cristo Redentore .
Infatti in occasione del Giubileo del 1900 Papa Leone XIII aveva chiesto di posare un monumento analogo sulla cima più alta di ogni regione italiana .
Tale statua è alta 5,60 metri , pesa 4 tonnellate ed è posta su di un basamento alto 8,40 metri .Ogni anno nella prima domenica di agosto sul posto si svolge una festa per commemorare tale evento .