Fer (Paretone del) Dolce Fer

difficoltà: 6b+ / 6b obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 950
sviluppo arrampicata (m): 230
dislivello avvicinamento (m): 450

copertura rete mobile
vodafone : 80% di copertura
tim : 80% di copertura

contributors: laurenx
ultima revisione: 05/10/10

località partenza: Outrefer (Donnas , AO )

accesso:
Autostrada Torino-Aosta; casello di Pont S.Martin e ci si dirige verso Donnas; a sinistra in corrispondenza del sottopassaggio ferroviario (indicazioni per la frazione di Outrefer). Raggiunta la frazione di Outrefer si parcheggia sulla destra prima di entrare in paese.

Avvicinamento:
Dal parcheggio inoltrarsi in mezzo alle case e al primo vicoletto svoltare a sinistra (freccia gialla) fino ad entrare nel castagneto; proseguire diritti lungo il sentiero che in breve diviene scalinata e seguirla fino ad incontrare un grosso segnale giallo con freccia con scritto "Neri-Camilla" (30' circa);
Percorrere la traccia nel bosco (bolli gialli) prima in discesa, poi risalendo (breve corda fissa all'inizio), lasciando a sinistra la seconda indicazione per il Neri-Camilla. Si arriva in cima al pilastro stesso, si passa sotto al traliccio dell'alta tensione ben visibile dal basso, e ci si inoltra lungo una larga cengia nel vallone del Fer, in leggera discesa costeggiando la parete.

note tecniche:
Materiale : 2 corde da 50 m., 10 rinvii
Situata sull’estremo settore destro della parete, questa via offre alcuni tratti di bella arrampicata su muri verticali pur non avendo l’esposizione delle altre.
Chiodatura un po’ lunga su alcuni passaggi, comunque sicura. Via di soddisfazione.

descrizione itinerario:
L1: 6a, bella placca iniziale
L2: 3, tiro di raccordo
L3: 5a, breve strapiombo su buone prese
L4: 6a+, tiro atletico di continuità
L5: 6a, breve muretto
L6: 6a, pilastrino e poi muro verticale
L7: 6b+, bel diedro con uscita delicata (oppure variante a dx: 5b)
L8: 5a, muro finale con grossi buchi

Discesa consigliabile in doppia. Con corda da 60 m da S8, S6, S4, S1. Ultima da 30 m, raggiungibile a piedi dalla cengia della prima parte della L2.

altre annotazioni:
1° salita : B. Fontanelli, R. Giovanetto, R. Sgubin, M. Rivetti