Fop (Cima del) anello da Parre per il Monte Vaccaro

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud
quota partenza (m): 700
quota vetta/quota massima (m): 2322
dislivello salita totale (m): 2000

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: ghizlo
ultima revisione: 13/11/06

località partenza: Parre (Parre , BG )

punti appoggio: Baita del Monte Vaccaro, Baita Santa Maria in Leten

cartografia: Kompass n°105

note tecniche:
Presentazione: Bella traversata, mai difficile, nel cuore delle Orobie; un vero balcone su tutta la catena dal Resegone al Diavolo, dal Coca alla Presolana. Impressionante la visione sulla Valcanale a picco 1000 metri sotto i nostri piedi.

Nota 1: Dal passo del Re la traversata può continuare alla cima di Leten (2095m), alla Cima di Valmora (2198m) e al Pizzo Arera (2512m). Confronta la gita n°6993 (http://www.gulliver.it/modules.php?name=gulli_itinerari&file=dettaglio&n_area=&id_gita=6993)
Nota 2: La traversata è fattibile anche nel senso opposto, dal Fop al Vaccaro, in questo caso si può partire dal colle di Zambla via baita Camplano (segnavia 238) e rifugio Leten (segnavia 240) in 3:00h.
Nota 3: Assenza di acqua lungo l'intero percorso.

descrizione itinerario:
Dal posteggio (700m) prendere il segnavia C.A.I. n°241 per il rifugio Vaccaro e per il Monte Vaccaro. Seguire la strada silvo-pastorale (divieto di transito ai non autorizzati) e poco dopo abbandonarla per prendere sulla sinistra una comoda mulattiera che porta alla chiesetta di S.Antonio (1045m). Quì svoltare a sinistra e percorrere la stradina fino a giungere ad un abbeveratoio nei pressi del rifugio Vaccaro (1510m) dove la si abbandona per imboccare il sentiero che risale le pendici meridionali del Monte Vaccaro. Raggiunta la cresta sud-orientale si guadagna facilmente la cima (1957m, 3:00h, croce di vetta).
Da quì inizia la traversata per tracce di sentiero che conduce al Monte Secco e alla Cima del Fop. Ben rimanendo su difficoltà escursionistiche, in alcuni punti bisogna superare passaggi in arrampicata (max I°) o esposti. Numerosi canali e prati sul versante meridionale consentono quasi sempre una rapida ed agevole "via di fuga".
Dalla cima del Vaccaro si perde qualche metro di quota stando sulla cresta opposta e poi si segue il sentiero che conduce alla quote 2022m e 2167m ed alla croce del Monte Secco (2267m, dal Vaccaro 30min). Si continua in direzione Ovest raggiungendo l'anticima e la vera cima del Monte Secco (più alte della cima con la croce, ometto in sassi, dal Vaccaro 1:00h). Sempre in direzione Ovest si segue la lunga cresta che con diversi saliscendi conduce alla Cima del Fop (2322m, ometto in vetta, 2:30h dal Vaccaro). Dalla vetta si scende al passo del Re (1989m, 3:00h dal Vaccaro) dove si incontra il sentiero n°243 proveniente da Valcanale. Si segue il sentiero in direzione Sud fino a giungere al rifugio Santa Maria in Leten (1765m, 20min dal passo). Dal rifugio si prende il sentiero n°240 che conduce alla baita Forcella dove si sceglie se scendere a Parre (sentiero n°240) attraverso il Monte Trevasco o tornare al rifugio del Monte Vaccaro (sentiero presente, ma non segnato).