Spadolazzo traversata SE-NW

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1900
quota vetta/quota massima (m): 2720
dislivello salita totale (m): 900

copertura rete mobile
dato non disponibile

contributors: francorossigeologo
ultima revisione: 19/09/07

località partenza: Lago Montespluga (Madesimo , SO )

punti appoggio: rifugio Bertacchi

cartografia: CNS n.267 scala 1:50.000

note tecniche:
Bello e panoramico giro ad anello a picco sul Lago di Monte Spluga, adatto per le limpide giornate settembrine. Se prolungato fino al Passo Suretta diventa piuttosto lungo, ma vario con il Lago Ghiacciato e le sue innumerevoli anse e laghetti satelliti. All'inizio del percorso si passa dal Rifugio Bertacchi sulle sponde del bel lago di Emet. Innumerevoli sono poi i piccoli specchi d'acqua disseminati sul percorso. Dalla cima dello Spadolazzo il panorama
su Suretta, Tambò e Ferrè é considerato il migliore della zona e per questo la gita è abbastanza frequentata d'estate, ma poco in settembre.

descrizione itinerario:
Circa a metà del Lago di Monte Spluga si segue una sterrata chiusa al traffico che porta verso una cava; quasi al suo termine si attraversa in piano sulla destra raggiungendo il lago Emet e, volendo, il RIfugio Bertacchi poco discosto sulla destra.
Si prosegue invece sulla sponda sinistra del lago, lasciando a destra una diramazione per il Pizzo Timun e seguendo le indicazioni per lo Spadolazzo e il Lago Ghiacciato. Si passa sul versante svizzero del crestone seguendo sempre i bolli bianco-rossi che portano infine in vetta per ultimo su ripida erta.
Dalla vetta principale (croce) si percorre tutta la cresta verso Nord scendendo al Passo del Lago Nero, dal quale è possibile scendere direttamente a sinistra al Lago Nero e all'auto.
Ma decisamente consigliabile è scendere a destra brevemente al Lago Ghiacciato, bellissimo e dalle innumerevoli anse e satelliti e risalire poi al Passo Suretta. Si scende sul versante opposto tenendosi sulla destra del corso d'acqua fino a ritrovare i bolli bianco-rossi che indicano il sentiero proveniente dal Bivacco Suretta.
Si segue quindi detto sentiero fino a scendere al Lago di Monte Spluga e in breve su strada asfaltata all'auto.