Rio Matto Fuori tempo

difficoltà: 6a+ / 5c obbl
esposizione arrampicata: Sud-Est
quota base arrampicata (m): 1600
sviluppo arrampicata (m): 200
dislivello avvicinamento (m): 300

copertura rete mobile
tim : 80% di copertura

contributors: mahler
ultima revisione: 25/03/10

località partenza: Terme di Valdieri (Valdieri , CN )

cartografia: Parco Naturale delle Alpi Marittime, 1:25000 Blu ediz.

bibliografia: G. Bergese, G. Ghibaudo, Valle Gesso Verticale, Edizioni Graph Art Manta 2006

accesso:
lasciare l'auto nel tornante dove parte il sentiero per le placche dei Camosci.
Proseguire a piedi sulla strada per le aterme per una quarantina di metri ed individuare un sentiero sulla destra con tacche di vernice blu (poco prima di un masso con scritto P6). Seguire il sentiero che in breve porta verso una vecchio sentiero di taglialegna. Seguirlo per intero (sempre segni blu) per vari tornanti, fin dove finisce al di sopra di un grande muro a secco sotto uno sperone rocciose. Proseguire scendendo appeno e risalire verso un secondo sperone oltre il quale è presente un grande pendio erboso. Risalire il ripido pendio per traccia (ometti e segni blu) che porta sotto l'evidente parete. Traversare a sx verso un piccolo gruppo di faggi dove è posto l'attacco della via (segno X blu e nome della via).

note tecniche:
via nuova su ottima roccia in un luogo veramente bello e solitario. Ben attrezzata, utili ma non indispensabili alcuni friend medio/piccoli.

descrizione itinerario:
L1: ataccare per breve fessura (5b) e superare il successivo muro (5c). Continuare su placca (5a) e salire un diedrino (5b) proseguire su muro tecnico e traversare a sx doppiando uno spigoletto (5c) andando a sostare presso un camino. 25 m S1.
L2: salire il muro sopra la sosta (5c) eraggiungere uno spigolo. Seguirla fino ad una comoda sosta. 30 m S2.
L3: salire lo speroncino abbattuto sopra la sosta (3b) e proseguire su bella placca nerastra (5a). Giunti sotto uno strapiombo traversare un paio di metri a dx (5c) e superare lo strapimbo (6a+ o A0). Continuare a sx per fessura fino ad un comodo punto di sosta su placca (5c). 35 m S3.
L4: salire a dx per bella placca fessurata (5b), superare un muretto (4c) e facilmente (3a) raggiungere la sosta posta su cengia. 40 m S4.
L4 bis: traversare facilmente a sx su cengia fino ad uno spit. 20 m S4 bis.
L5: salire il muro verticale (4c) e per salti e placche (4a/b) raggiungere la panoramica sommita. 50 m S5.

Discesa. in doppia sulla via oppure dalla sosta salire a sx fino allo sbocco di un canalino ripido. scenderlo fino ad un bosco di faggi (ometti) e raggiunta una traccia seguirla verso sx fino all'attacco della via.