Ischiator (Cima Sud d') dal Ponte del Medico

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Sud-Est
quota partenza (m): 1544
quota vetta/quota massima (m): 2929
dislivello salita totale (m): 1400

copertura rete mobile
wind : 0% di copertura
vodafone : 0% di copertura
tim : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

contributors: pedrito Andrea81
ultima revisione: 02/07/17

località partenza: Ponte del Medico (Vinadio , CN )

punti appoggio: Rifugio Migliorero

cartografia: Fraternali 1:25000 n.13 Alta Valle Stura di Demonte

accesso:
Da Borgo San Dalmazzo si risale lungo la SS20 del Colle della Maddalena superando Vinadio. Poco dopo alla frazione Pianche, si devia a sinistra per Bagni di Vinadio e San Bernolfo. Raggiunti i Bagni di Vinadio, si prosegue a destra per Besmorello e Rifugio Migliorero. Dopo le poche case di Besmorello si continua su sterrat (generalmente in buone condizioni) sino a raggiungere il Pont del Medico, ampio spiazzo adibito a parcheggio. Si può ancora proseguire lungo la sterrata per circa 500 m, usufruendo di posti o lungo la stessa oppure in un secondo ampio spiazzo prima della sbarra che vieta il transito.

note tecniche:
Percorso piuttosto lungo (circa 20 km a/r) ma scorrevole e su buon sentiero sino al lago superiore dell’Ischiator, poi su tracce e sfasciumi fino in cima.
A inizio stagione occorrono piccozza e ramponi, considerare che specialmente nella conca del lago di mezzo la neve resiste fino a luglio.

descrizione itinerario:
Parcheggiata l’auto, ci si incammina sulla carrareccia che si può seguire integralmente (percorso più lungo) oppure usfruire delle numerose scorciatoie non segnalate ma evidenti. Una terza opzione è il recente sentiero Whymper per il Rifugio Migliorero, che passa sul versante idrografico destro del torrente e si ricollega alla stradina nel pianoro sopra la cascata. Raggiunto quindi il ripiano del verdeggiante vallone del Migliorero, ci si incammina sulla sx (salendo), verso una baita, si attraversa un ponte e si procede sul fondo del vallone costeggiando il bosco di conifere (sulla sx); poi si incontra un altro ponte, lo si attraversa e si sale in mezzo al vallone. Trascurata la diramazione per il rifugio (sulla sx), poco dopo si incontra il bivio, sulla dx, per il Passo di Rostagno, lo si trascura.
In prossimità del Rifugio a 2100 m sul “cuccuzzulo” boschivo, si perviene a un altro ponte lo si attraversa e continua nella conca del Lago Ischiator inferiore; lo si contorna alla sua destra, finché si incontra un cartello palina indicante il bivio per il passo di Laroussa (a sx), si trascura anche questo, e si procede sul sentiero, che si inerpica sulla destra, su un pendio erba. Si affrontano numerose serpentine per poi tagliare decisamente a mezza costa verso sinistra in direzione della spalla che difende il lago Ischiator di mezzo. Si incontra ancora un bivio per il il Becco Alto dell’Ischiator e Passo Laris sulla destra che va trascurato. Con breve traverso, si guadagna la selvaggia conca del Lago di Mezzo dell’Ischiator 2410 m.
Da questo punto, non ci sono più paline e bolli (ad eccezione di qualche rarissima traccia sbiadita). proseguire costeggiando il lago sulla destra in direzione dell’evidente pietraia (nevai a inizio stagione), che si ha di fronte, e che termina con delle brevi fasce rocciose (direzione sud-ovest). Superato il lago, si reperisce una buona traccia (ex sentiero militare) sino a raggiungere la base di una breve placconata di rocce. La si supera sulla sinistra con un breve e facile passaggio di I+ all’interno di un canalino roccioso. Superato l’ostacolo si esce in una valletta di erba e rocce montonate, il sentiero torna evidente e piacevole, fino a raggiungere una sella che si affaccia sul sottostante Lago Superiore dell’Ischiator 2755 m.
Persi pochi metri di dislivello scendendo verso il lago, si piega subito a destra iniziando una salita un po’ faticosa su detriti e pietre di piccole dimensioni. Va trascurato il bivio che subito si incontra per la Cima di Corborant continuando in ascesa lungo una specie di cengione, per poi affrontare il breve pendio che conduce al Passo d’Ischiator (piccolo ricovero diroccato). Da questo si piega subito sulla destra quasi in prossimità della cresta della Cima Sud, risalendo seguendo gli ometti tra alcune placche rocciose abbastanza gradinate alternate a tratti di sfasciumi, sino a raggiungere il grosso ometto in cima.

Discesa dall’itinerario di salita, oppure con svariate possibilità di traversate (di più giorni) o verso il Refuge des Rabuons, oppure verso il Passo di Rostagno scendendo al Rifugio Zanotti, oppure Su San Bernolfo attraverso il Passo di Laroussa.

Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Ischiator (Cima Sud d') dal Ponte del Medico - (0 km)
Ischiator (Becco Alto d') dal Ponte del Medico, anello per Passo dell'Ischiator e Passo Laris - (0 km)
Ischiator (Becco Alto d') dal Ponte del Medico per il Passo Laris - (0 km)
Costabella del Piz (Testa della) dal Ponte del Medico, sentiero balcone Passo di Rostagno-Colletta Bernarda - (0.2 km)
Laroussa (Monte) dal Ponte del Medico per il Passo di Laroussa - (0.2 km)
Saletta (Monte) dal Ponte del Medico per il Passo di Laroussa - (0.3 km)
Schiatau (Monte) e Monte Vaccia dal Ponte del Medico - (0.3 km)
Migliorero Guglielmo (Rifugio) da Besmorello - (1.4 km)
Vaccia (Monte) da Besmorello - (1.4 km)
Seita (Monte) da Besmorello per il Sentiero Balcone - (1.5 km)
Seita (Monte) e Costabella del Piz da Besmorello, anello per Sentiero Balcone, Passo di Rostagno - (1.7 km)
Laroussa (Passo di) da Strepeis, anello per Besmorello, San Bernolfo, Callieri - (1.8 km)
Tesina, Bravaria (Passi di) da Strepeis anello per S.Anna di Vinadio - (1.8 km)
Rognosa della Guercia (Testa) e Monte le Steliere da Strepeis, anello per Rocca Bravaria, Cima Tesina - (1.9 km)
Steliere (Monte le), Rocca Bravaria, Monte Fovria da Bagni di Vinadio - (2 km)
Bravaria (Rocca) da Bagni di Vinadio - (2 km)
Vallonasso (Monte) e Serriera di Pignal da Callieri, anello - (3.4 km)
Rognosa della Guercia (Testa) da Callieri, anello Valloni della Sauma e di Tesina - (3.4 km)
Bue (Passo del) da Callieri, anello Valloni Sauma e Tesina - (3.5 km)
Rognosa della Guercia (Testa) da Callieri, anello per le Cime di Prals - (3.5 km)
San Bernolfo (Lago di) o Laus da Callieri - (3.5 km)
Sometta (Testa di) e Monte Taias da Callieri, anello - (3.5 km)
Tesina (Cima) da Callieri per il Vallone di Tesina - (3.6 km)
Ciastella (Monte) e Lausa Bruna (Cima) Anello da Tetti Trocello per il Vallone Stretto ed il Vallone del Binec - (3.9 km)
Corborant (Cima di) da San Bernolfo per il Buco della Marmotta, anello per il Passo di Laroussa - (3.9 km)