Gran Paradiso - Piccolo Paradiso traversata

difficoltà: D   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Varie
quota partenza (m): 1960
quota vetta (m): 4061
dislivello complessivo (m): 2300

copertura rete mobile
vodafone : 5% di copertura
tim : 0% di copertura
no operato : 20% di copertura

contributors: nandroglione
ultima revisione: 03/08/10

località partenza: Pont Valsavarenche (Valsavarenche , AO )

punti appoggio: Rifugio Chabod 2750 m

note tecniche:
Itinerario piu' breve della traversata integrale dal colle Bonney, ma da non sottovalutare assolutamente.
Difficoltà di ordine classico, con pendii su neve a 40/45°, un breve passo di arrampicata di 3+ in traversata esposta, e brevi corde doppie (attrezzate) La cresta finale può essere delicata in presenza di ghiaccio:
Materiale: dotazione per sicurezza su ghiaccio, 2 friend (2/3) qualche mt, qualche fettuccia.

descrizione itinerario:
Dal rifugio Chabod seguire il sentiero in direzione del vallone di Leviona e dopo una decina di minuti deviare a dx in direzione Becca di Montandayné (sentiero 5).
Arrivati al ghiacciaio si punta al colle di Montandayné lungo pendii di ghiaccio (400 mt 45° max); se le condizioni del pendio nella parte bassa non sono buone (possibile ghiaccio a tarda stagione) si può passare a dx (neve fino a tarda estate).
Passata la crepaccia terminale a sinistra, su pendenze più sostenute si arriva al colle di Montandayné (3723 mt – 3 h -3,30 h dal rifugio)
Seguire la facile cresta prima nevosa fino in cima alla prima torre ( Punta Vaccarone 3868 mt) dove in genere si riescono a togliere i ramponi.
Aggirando i vari torrioni e salendone alcuni (le difficoltà si aggirano normalmente sul versante Cogne); con alcune corde doppie (attrezzate) si giunge alla punta centrale ( P. Farrar, 3921m) e successivamente alla punta meridionale (P, Frassy, 3923m), sempre su roccia generalmente buona (se trovate sfasciumi non siete sulla "retta via").
Dalla cima si scende prima per neve poi per facili rocce al colle del Piccolo Paradiso (3877m – 3 h dal colle) facendo attenzione alle larghe cornici sul versante Cogne, raggiungere la cresta dove diventa più ripida, aggirando un evidente spuntone roccioso (q. 3975 mt) sul versante Cogne con facile arrampicata.
Destreggiandosi al meglio sul filo di cresta, come recita lo Chabod sulla Guida Monti d'Italia) si giunge in cima al Gran Paradiso (4061 m).
Tempo 4 h dal colle di Montandaynè, 7-8,30 h dal rifugio Chabod.


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Gran Paradiso - Piccolo Paradiso traversata - (0 km)
Vaccarone (Punta) da Pravieux per il rifugio Chabod - (0.3 km)
Gran Paradiso da Pravieux per il Rifugio Chabod - (1.2 km)
Montandaynè (Becca di) da Pravieux per il rifugio Chabod - (1.2 km)
Gran Paradiso traversata integrale Colle Bonney, Becca Montandaynè, Piccolo e Gran Paradiso - (1.2 km)
Montandaynè (Becca di) Versante NordOvest - Cresta Sud - (1.6 km)
Bianca della Grivola (Punta) da Tignet - (3 km)
Grand Etret (Testa del) da Pont Valsavarenche - (3 km)
Grivola (Bivacco della) o delle Guide di Valsavarenche da Tignet - (3 km)
Herbetet Cresta Sud Integrale - (3.2 km)
Gran Paradiso Parete Nord Via Cretier - (3.2 km)
Entrelor (Cima di) da Pont Valsavarenche per il Vallone di Meyes - (3.2 km)
Ciarforon Parete Nord Via Chiara - (3.2 km)
Ciarforon Parete Nord - (3.2 km)
Roc (Il) traversata Punta di Ceresole, Cresta Gastaldi, Il Roc - (3.2 km)
Ciarforon Parete Nord bastionata sx e Spigolo Est del Muro della Calotta - (3.3 km)
Bianca di Bioula (Punta) da Degioz per il Passo di Lorguibet e la cresta Nord - (3.4 km)
Arolley (Cima dell') da Pont Valsavarenche - (3.4 km)
Ceresole (Punta di) traversata da Pont Valsavarenche a Valnontey - (3.4 km)
Broglio (Dente meridionale del) Per la parete NO e lo spigolo NE - (3.4 km)
Moncorvè (Becca di) via Lorenzi - (3.5 km)
Gran Paradiso Via Normale del Rifugio Vittorio Emanuele II - (3.5 km)
Roc (Il) Via Normale da Pont Valsavaranche - (3.5 km)
Violetta (Punta) da Pont Valsavarenche, traversata Creste Nord e Sud - (3.5 km)
Ciarforon via Normale per cresta NE - (3.5 km)