Pelvo di Massello (Monte) da Balziglia per il Vallone del Pis

difficoltà: EE   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Tutte
quota partenza (m): 1370
quota vetta/quota massima (m): 2803
dislivello salita totale (m): 1500

copertura rete mobile
no operato : 0% di copertura

contributors: CarloG
ultima revisione: 22/07/09

località partenza: Balziglia (Massello , TO )

cartografia: IGC n.1, 1:50000 - Valli di Susa, Chisone e Germanasca

bibliografia: Avondo, Centosentieri Valli Chisone e Germanasca, ed. Arciere

note tecniche:
Tracciato in gran parte privo di sentieri su terreno detritico ripido. Dalla vetta, ottima panorama su tutta la valle di Massello e sulle montagne circostanti.

descrizione itinerario:
Dal piccolo nucleo di Balziglia si imbocca il sentiero GTA per il colle dell'Albergian e del Pis che sale tra le case per portarsi alto sul torrente. Inizia poi un lungo mezzacosta in leggera salita tra pascoli e boschetti di larici, si toccano i casolari di Clot del Mian e si costeggiano quelli di Ortiare per uscire sul piano pascolivo sottostante la barriera rocciosa che chiude il vallone a Ovest, barriera da cui precipita la bella cascata del Pis e dominata a Sud dall'imponente parete N del Monte Pelvo. Con percorso a serpentine su mulattiera pietrosa si supera un primo scalino da cui il tracciato continua a tornanti tra i prati, compiendo poi un lunghissimo diagonale verso destra portandosi nei pressi dell'Alpe Lauson (2000m circa). Dopo una brusca svolta a sinistra, si ritorna verso ovest con un altro lungo tratto in leggera salita per portarsi al di sopra della barriera rocciosa che sostiene la cascata del Pis.
Giunti nei pressi di un torrentello, segue un tratto più ripido e si sbuca nel vasto altopiano pascolivo racchiuso tra la Fea Nera (N), il Ruetas e la Punta del Beth (O e SO), il Monte Pelvo (S e SE). Si abbandona la mulattiera e si scende brevemente alle bergerie del Valloncrò (2163m) attraversando il torrente.
Si segue una rada traccia che dirigendosi verso SO sale costeggiando il costone erboso dietro le bergerie.
Ci si dirige sempre per tracce verso S per portarsi poi con un lungo semicerchio alla base del versante Ovest del Monte Pelvo.
Su terreno prevalentemente ripido, detritico e franoso, seguendo qualche traccia e qualche ometto, si giunge alla base della bassa barriera rocciosa soprastante, che si supera per una breve successione di cenge giungendo così sull'altopiano dei laghi del Beth presso un laghetto, asciutto a stagione inoltrata (2606m), dominato a sud dal Bric Ghinivert.
Si sale a sinistra un ripido pendio detritico che si riduce a un franoso canalino terminando sulla cresta S del Pelvo, a brevissima distanza dalla vetta.
Per la larga cresta di terra e pietrame si giunge così al punto culminante, dove è collocato un ometto di pietre e una cassetta metallica con libro per le firme.