Argentera (Cima Nord) Via Normale dal dal Lago della Rovina

difficoltà: F+   [scala difficoltà]
esposizione prevalente: Nord-Est
quota partenza (m): 1535
quota vetta (m): 3286
dislivello complessivo (m): 1750

copertura rete mobile
wind : 20% di copertura
vodafone : 10% di copertura
tim : 20% di copertura
no operato : 0% di copertura

ultima revisione: 28/05/10

località partenza: Lago della Rovina (Entracque , CN )

punti appoggio: Rifugio Genova al Brocan 2015 m, Bivacco Franco,Giorgio, Lorenzo al Baus 2568 m

cartografia: IGC 1:50000 n.8 Alpi Marittime e Liguri

note tecniche:
ACCESSO STRADALE
Da Cuneo proseguire per la Val Gesso, oltrepassando Valdieri e S.Anna di Valdieri.
Poco dopo Valdieri si segue, a sinistra, la strada che risale dapprima la Val Gesso di Entracque e poi la Valle della Rovina fino al lago omonimo, nei pressi del quale si lascia l'auto.

descrizione itinerario:
Dal Lago della Rovina (mt. 1535) imbocchiamo un sentiero che si innalza a zig zag tra gli arbusti sino a che incrociamo una strada sterrata.
Si ignora la strada sterrata che porta al Rifugio Genova, e si prosegue a destra in direzione del Colle del Chiapous (cartelli). Si transita sotto una galleria che immette sul bordo del gigantesco invaso del bacino del Chiotas, lo si attraversa e ci si immette sul sassoso GTA che conduce al Colle del Chiapous. A circa 500 m dal colle si abbandona i l GTA, seguendo il cartello per il "passaggio del Porco"; in breve si giunge su un aereo sentierino che porta ad una ripida rampa erbosa; la si supera giungendo in breve (tratti esposti) al Passaggio del porco (2630 m circa)
Il sentiero segnalato sempre con tacche di vernice rossa, procede per un tratto a mezza costa sul ripido versante erboso, e poi si arriva a un bivio (scritta Cima Nord su un masso) e lasciato a sinistra la traccia che conduce al Bivacco del Baus, si inizia a salire a destra, sempre seguendo i bolli di vernice, per poi iniziare una ripida salita su rocce montonate alternate a terrazzi erbosi (divertenti passaggi di I mai esposti e su roccia solida). Questa fascia rocciosa consente di immettersi nell'immensa pietraia superiore. La si attraversa sempre stando sulla destra (dove ci sono i bolli anche se molte tracce la attraversano più in basso). Una prima pietraia precede un'altra fascia di rocce montonate, che a sua volta adduce alla pietraia compresa tra la Punta Stella e la Cima Nord dell'Argentera.
Con un lungo e a volte scomodo attraversamento con semicerchio da destra a sinistra (oppure passando nel centro della conca su pietre e nevai residui), si giunge finalmente alle due evidenti cenge parallele proprio al centro della bastionata rocciosa.
Si risale la cengia più alta, anch'essa da destra a sinistra in diagonale ascendente. La cengia presenta passaggi di I e II, è molto incassata anche se vista da lontano può sembrare esposta.
Superata la prima parte si devono superare due passaggi piuttosto esposti ma ben appigliati, per poi proseguire su un breve sentiero aereo prima di immettersi nella seconda parte di questa cengia, nuovamente incassata.
Terminata anche questa cengia-canalino, si raggiunge un comodo terrazzo erboso, dove si presentano due possibilità: seguendo i bolli rossi più recenti (rotondi) si effettua il percorso che segue a grandi linee la cresta Est puntando direttamente alla croce (passi di II e forse alcuni di III, roccia ottima); altrimenti per seguire il percorso della via normale, più facile, alcuni metri prima del terrazzo, si deve individuare una serie di linee rosse di vernice, molte delle quali sbiadite (ci sono però molti ometti) che permettono di intervallare passi di arrampicata di I e II/II- ad altri di camminamento su terrazzi e cenge, passaggi mai particolarmente esposti ma bisogna tenere conto che tutta la parete sulla quale si svolge la salita è piuttosto verticale. Superato questo dedalo di cenge e sentierini si giunge alla base della fascia rocciosa sommitale, dove si incontra nuovamente il percorso di cresta a circa 50 m dalla Croce. Qui le difficoltà aumentano e anche l'esposizione, comunque la roccia generalmente è ottima, ometti bolli rossi indicano la via che non è obbligata, e superati gli ultimi passi si sbuca sull'aerea vetta.
Discesa lungo il percorso di salita, consigliabile sempre disarrampicare e avere come riferimento le linee di vernice rossa per evitare di trovarsi in posti infidi. Discesa non difficile ma che richiede una certa attenzione, sopratutto dove il sentiero o le rocce sono ricoperte di detriti, la roccia è generalmente solida ma di tanto in tanto qualche appiglio si muove.


Itinerari nei dintorni (Anche altre attività)

Argentera (Cima Nord) Via Normale dal dal Lago della Rovina - (0 km)
Ciamberline (Punta) dal Lago della Rovina per il versante SO - (0.1 km)
Candlea (Punta) Canale Beurra - (0.3 km)
Agnel (Cima dell') Canale Nord-Ovest dal Lago della Rovina - (0.4 km)
Argentera (Cima Sud) Via Normale per l'Altopiano del Baus - (0.4 km)
Oriol (Cima dell') dal Lago della Rovina - (0.6 km)
Barbis (Rocca) Couloir Est - (0.6 km)
Brocan (Cima di) Canale SE - (1.4 km)
Fenestrelle (Roc di o Gelas) Cresta NE - (1.4 km)
Ciamberline (Caire de) dal Lago della Rovina per il versante NE - (1.5 km)
Cougourda (Cayre de) Cima III - 2904 m Direttissima - (1.5 km)
Maledia (Cima della) Viaggio Postmoderno - (2.8 km)
Argentera (Cima Nord) via Normale dal Lago della Rovina per il Bivacco del Baus - (2.9 km)
Manzone (Guglia) Versante Ovest per il Ghiacciaio di Peirabroc da S.Giacomo - (3.2 km)
Clapier (Monte) Canale di nord-ovest - (3.3 km)
Gelàs (Cima dei) Via Normale Italiana da San Giacomo di Entracque - (3.3 km)
Roccati (Punta) da San Giacomo di Entracque per la Via Normale - (3.3 km)
Viglino (Cima) da San Giacomo d'Entraque - (3.3 km)
Caire Muraion da San Giacomo d'Entraque per il rifugio Pagarì - (3.3 km)
Gelas (Cima dei) per la cresta NE - Traversata degli Italiani - (3.3 km)
Gelas (Cima dei) dal Biv. Moncalieri per i ghiacciai del Gelas, la forcella Roccati e la cresta NO - (3.3 km)
Saint Robert (Cima) Via Normale da San Giacomo d'Entracque per il colle di Finestra - (3.4 km)
Savina (Punta) Canalone NNO - (3.4 km)
Carbonè (Monte) Via Normale da San Giacomo d'Entracque - (3.4 km)
Saint Robert (Cima) cresta Nord-Est - (3.4 km)